Trasaghis grida “FUCKSLA” nel giorno del compleanno di Stephanie

Trasaghis, unita per Stephanie Zilli Bellisario, grida FUCKSLA. E’ lo slogan usato proprio dalla stessa Stephanie per annunciare al mondo, tramite i social, di avere la SLA, ovvero la Sclerosi Laterale Amiotrofica.

“Siamo rimasti tutti colpiti e probabilmente tanti come me, sono stati percorsi da un brivido, perché conosciamo la terribile storia di Stephanie – racconta il sindaco Stefania Pisu -. La mamma era stata portata via dalla stessa malattia prima di compiere 40 anni e la stessa malaugurata sorte ha poi colpito anche Valentino, il fratello, che perse la vita nel 2018 a soli 37 anni. Stephanie era stata una colonna per suo fratello ed a continuato ad esserlo poi per il padre, con la sua voglia di vivere e quella grinta ineguagliabile, la stessa che continua a mostrarci oggi, giorno dopo giorno, nella sua battaglia”.

“Come sempre, di fronte a queste ingiustizie che la vita ci presenta sul nostro cammino, la comunità si è unita per portare il suo sostegno a questa guerriera – prosegue Stefania Pisu -. Un sostegno morale ma che dovrà necessariamente essere anche economico, perché le cure per questa malattia sono molto costose”.

Stephanie, che proprio oggi compie 44 anni, sta sostenendo il primo ciclo di cure a New York, dove si fermerà per due settimane.
Si tratta di una persona molto conosciuta a Trasaghis e dintorni, non solo perché da molti anni gestisce un bar e collabora con le associazioni del territorio, ma per il suo modo di fare allegro ed espansivo.

In questi giorni un gruppo di amici, con la collaborazione della Asd Val del Lago di Alesso, ha intrapreso un’iniziativa di raccolta fondi (per informazioni contattare Claudio al 339 243 6841 oppure visitare il gruppo Facebook della Val del Lago). Inoltre sono state distribuite delle magliette riportanti lo slogan “FUCKSLA“ e i fondi raccolti andranno a sostenere le onerose spese per le cure di Stephanie.

“Un sostegno importante è fin da subito arrivato dalla Regione e colgo l’occasione per ringraziare l’assessore Barbara Zilli, che ha dimostrato grande sensibilità per la storia di Stephanie – aggiunge Stefania Pisu -. Siamo orgogliosi di come la nostra comunità, si sia attivata in maniera cosi puntale per sostenere questa guerriera, che è un esempio per tutti noi, affinché possa colorare lo sfondo del suo slogan con un arcobaleno. Buon compleanno Stephanie e #FuckSLA”.

(nella foto Barbara Zilli e Stefania Pisu con la maglietta #FUCKSLA)

 

Commenta con Facebook