Da Tolmezzo a X-Factor, Luigi Maresca premiato da Confartigianato

Si occupa di stupire e coinvolgere il pubblico di uno dei talent show televisivi più seguiti dell’ultimo decennio. Grazie a un vero e proprio mestiere artigiano, unitamente a una spiccata sensibilità artistica ed estetica, cura l’aspetto visivo del programma X-Factor.
Stiamo parlando dello scenografo tolmezzino Luigi Maresca, che per lavoro progetta e realizza diversi allestimenti dello spazio scenico con la sua effervescente creatività.
Oggi a Tricesimo è stato uno dei premiati della Festa di San Giuseppe Artigiano promossa annualmente da Confartigianato Udine.

Sul palco – orchestrati dai presentatori Claudio Moretti e Bettina Carniato – sono saliti in 50, a rappresentare 35 attività impegnate nei più vari settori dell’universo artigiano. “Una sfilata di portatori di talento” per dirla con il vicepresidente della Regione Fvg, Sergio Bolzonello che ha fatto eco all’orgoglio confessato, con emozione, in apertura dal presidente Tilatti: “Siete un bellissimo esempio di impegno, serietà, spirito di sacrificio, capacità di aprirsi al nuovo e agli altri”. Lo ha detto il leader degli artigiani friulani salutando i nuovi benemeriti poco prima di consegnare a ognuno – affiancato dai dirigenti delle varie zone – gli attestati.

TUTTI I PREMIATI

Friuli occidentale. Lorenzo Pontelli, elettrauto (Majano); Autotrasporti Narduzzi, trasporti conto terzi di animali (Colloredo di Monte Albano); Renato Bulfon, assistenza e riparazione biciclette (Mortegliano); Eugenio Cappellari, termoidraulico ed elettricista (Bertiolo); Sergio Castellani, carrozzeria (Sedegliano); Dino Bolzicco, assistenza tecnica, manutenzione e riparazione attrezzatura ed elettrodomestici per grandi cucine (Campoformido); F.lli Lizzi, impresa edile (Fagagna).

Alto Friuli. De Crignis Vito & C., elettricisti (Ravascletto); Arisol, lavorazione tessuti e materiali sintetici (Cercivento); GG Scene, realizzazione scenografie teatrali e televisive (Tolmezzo); Gianpaolo Plozner, fabbricazione e riparazione strumenti musicali di (Tarvisio); Ursella Armando, fabbricazione divani (Buja); Loris Zorino, odontotecnico (Gemona del Friuli); Giulio Fadi, posa porfido (Venzone).

LA STORIA DI MARESCA  (dal periodico di Confartigianato)

A 37 anni è già un professionista affermato, con all’attivo numerose collaborazioni con aziende di fama internazionale. Ha lavorato per Nike, Geox, Levi’s, Diesel – solo per citarne alcune – occupandosi della progettazione e della costruzione di ambientazioni e di complementi per grandi eventi e tournée.
In ambito musicale ha firmato le scenografie per decine tra i videoclip dei più noti artisti italiani quali Gianna Nannini, Max Gazzè, Caparezza, Fabri Fibra.
Dietro a questi successi ci sono anni di studio e gavetta: Luigi, nato a Milano ma cresciuto a Tolmezzo fino all’età di 18 anni, nel 2004 si laurea in Scenografia con indirizzo cine-televisivo presso l’Accademia di Belle Arti di Brera dove può approfondire una passione nata fin dalla tenera età, quella di immaginare, progettare e costruire mondi fantastici. “Fin da piccolo – racconta Luigi – realizzavo per i miei fratelli e per gli amici ambientazioni ispirate a libri, fumetti, film, cartoon. Mi piaceva ideare e costruire nuovi oggetti, creando delle piccole scenografie per le feste”.
Dopo l’università comincia il lavoro duro, che gli permette di farsi conoscere grazie ai suoi contributi in spot pubblicitari e in film e fiction di registi italiani e stranieri.
Poi la grande svolta: nel 2010 Luca Tommasini, direttore artistico di X- Factor, gli propone una collaborazione. Insieme riescono a creare scenografie sorprendenti e atmosfere suggestive che animano le esibizioni dei nuovi talenti.
Oltre a ideare le scenografie che accompagnano le performance dei cantanti sul palco, Luigi spesso realizza concretamente (e manualmente) tutti gli elementi di scena. Ed è proprio per questo che si sente un artigiano a tutti gli effetti. “Pur facendo ormai molto lavoro di progettazione – spiega Luigi – mi confronto con la materia nei suoi molteplici aspetti. Il mio lavoro prevede di creare ciò che non esiste e alla fase progettuale occorre necessariamente accostare una fase di conoscenza della materia, per cui per me è imprescindibile il lavoro manuale, che sia su legno, polistirolo, cartongesso o qualsiasi altro materiale”.
Essere scenografo e “vestire” gli spazi dell’intrattenimento significa quindi essere un professionista versatile, in grado di occuparsi della realizzazione delle scene in ogni suo aspetto, padroneggiando diversi tipi di tecniche e materiali, avvalendosi anche di nuove tecnologie informatiche di modellazione tridimensionale. Un’idea di artigianato certamente lontana dall’immaginario collettivo, che però ha permesso a Luigi di dimostrare tutto il suo talento e aprirsi a nuove sfide.
Quali? Tra i suoi sogni il teatro, ma anche la realizzazione di un parco giochi per bambini in mezzo ai boschi. Augurandoci che decida di scegliere proprio quelli della Carnia.

Carta d’identità
Nome: GG Scene di Luigi Maresca
Attività: Progettazione e realizzazione di scenografie teatrali, cinematoegrafiche, set pubblicitari e scenografie per eventi vari
Sede: Via Divisione Osoppo, 19 – Tolmezzo
sito internet: www.ggscene.com