Tolmezzo, no di Fratelli d’Italia a scelte su commercio e viabilità imposte dal Comune

“Apprendiamo dalla stampa locale che l’Amministrazione comunale di Tolmezzo, su sollecitazione di commercianti e di titolari dei locali pubblici, ha tenuto un incontro per proporre soluzioni che permettano una diversa fruizione delle aree pubbliche del centro storico. In particolare l’Amministrazione Brollo ha voluto presentare ai commercianti ed esercenti delle ipotesi di intervento su alcuni tratti viari del centro cittadino. All’incontro hanno partecipato una quindicina di imprenditori del settore ed a questi l’Amministrazione ha presentato l’ipotesi di trasformare alcune vie del centro mediante l’attivazione di limiti di velocità e la trasformazione degli attuali parcheggi a pista ciclopedonale. Apprendiamo che fin dall’inizio i titolari degli esercizi commerciali si sono dimostrati contrari a tale soluzione che in pratica determinerebbe la quasi totale eliminazione dei parcheggi. La posizione dei commercianti si è concretizzata in una raccolta di firme decisamente rappresentative”. 

Si apre così una nota del circolo Fratelli d’Italia di Tolmezzo, che prosegue: “Prendiamo atto che, finalmente, l’Amministrazione Brollo ha posto in essere un percorso di coinvolgimento delle imprese del settore. Peraltro evidenziamo come sia purtroppo trascorso più di un mese dalla proposta che avevamo formulato per dare una risposta operativa al settore commerciale e dei pubblici esercizi di Tolmezzo per alleviare l’impatto dell’emergenza COVID, proposte sia in tema di gestione delle aree pubbliche, sia sulle procedure da porre in atto a supporto delle aziende, sia ancora per il contenimento delle tasse comunali. Peccato che abbiamo dovuto attendere fino alle aperture del post lockdown per ascoltare una proposta da parte dell’Amministrazione comunale e, per giunta, un progetto calato dall’alto che solo dopo aver visto la raccolta di firme dei commercianti in tutta fretta l’assessore Martini ha cercato di smorzare, rubricandola a livello di mera proposta. Queste sono le opinioni dei commercianti, certo, anche perché l’Amministrazione Brollo, e in particolare Martini, si sono ben guardati dal coinvolgere anche i consiglieri della minoranza che, tenuti all’oscuro dell’incontro e della natura della proposta, avrebbero altrimenti potuto sicuramente portare un contributo di idee. Peccato! Registriamo che anche su questo rilevante argomento l’amministrazione Brollo ha perso una occasione per attuare un obiettivo di partecipazione e condivisione”.

“Entrando nel merito della proposta, per quello che è dato sapere, si rileva che l’intervento di modifica abbozzato dall’assessore Martini è tanto banale quanto invasivo – prosegue il circolo tolmezzino di Fratelli d’Italia -. Si riduce, in ultima analisi, ad un taglio lineare dei posteggi di via Roma e di via Ermacora così come di via Matteotti, sostituendoli con una viabilità ciclopedonale. Più che una proposta è una “non soluzione” ai problemi contingenti se non addirittura il potenziale innesco di ben altre problematiche. I cittadini di Tolmezzo, ed in primis il Circolo di Fratelli di Italia, invitano l’assessore Martini a non esperimentare, in questo frangente emergenziale, soluzioni urbanistiche che, peraltro, potrebbero incidere in modo peggiorativo su un tessuto connettivo urbano già penalizzato dalla sottrazione di spazi funzionali strutturalmente e storicamente di supporto alla vivibilità del centro storico, dalla piazza XX Settembre e di altri siti in prossimità del centro storico, posti in via Lequio piuttosto che in piazza Domenico da Tolmezzo, scelte architettoniche che, in molte occasioni, di fatto sono diventate un vincolo. Si è ingenerata la certezza che la ventilata sottrazione dei parcheggi metterebbe in tensione l’offerta di posteggi di tutto il centro storico. Ed a questa preoccupazione non è stata prospettata soluzione compensativa. Ecco, sarebbe stato stimolante apprezzare l’apertura momentanea alla sosta veicolare di almeno una parte della piazza XX Settembre, ma l’interdizione ha un aspetto totemico per la giunta Brollo, che, seppur in un arco di tempo limitato alla fase emergenziale, avrebbe probabilmente compensato la rivisitazione della viabilità lungo via Roma e Ermacora”.

“Parafrasando Dumas, il Circolo di Tolmezzo, amareggiato, prende atto che “È da quello che fai quando arriva la tempesta” che si vede la qualità degli amministratori… Anche di quelli all’urbanistica – si legge ancora nella nota -. Il circolo Fratelli di Italia di Tolmezzo nel commentare la notizia della raccolta di firme da parte dei commercianti, si augura che questa azione, pur motivata da una esigenza particolare, possa dare conforto ad altre situazioni di disagio lamentate dalla categoria e che vedono, una volta di più, messo sul banco degli imputati le scelte sulla viabilità. Ci stiamo riferendo a un’altra raccolta firme di imprese commerciali in difficoltà. Il caso è quello del quartiere di Piazzale Vittorio Veneto e dell’effetto disastroso che ha avuto il senso unico di via 4 Novembre sulle vivibilità e dinamicità del quartiere stesso. L’azione e le richieste della categoria e dei cittadini sono state perorate in consiglio comunale da Marioantonio Zamolo e Valentino Del Fabbro. Ed anche in questo caso i due consiglieri evidenziano l’approccio burocratico e tecnicistico da parte dell’amministrazione, che non si sofferma ad analizzare l’impatto che tali scelte hanno sulla attività delle imprese commerciali, degli esercizi pubblici e delle esigenze di mobilità dei cittadini ovvero, in una parola, le esigenze della comunità”.

“Già da troppo tempo scelte fatte sulla viabilità, con l’imposizione di sensi unici o una gestione delle aree di parcheggio del tutto particolare, hanno creato una serie di criticità ancora ben presenti, sia nel capoluogo che nelle frazioni, da Betania ad Imponzo, ad Illegio, solo per citarne alcuni. Un invito, questo sì, a puntare su elementi che aumentino l’attrattività a Tolmezzo e, in particolare del centro storico, ma non che si tramutino in dissuasori. E su questo ricordiamo che più volte Zamolo si è già espresso in consiglio comunale. Ecco – conclude la nota -, a fronte di quanto finora fatto, Fratelli di Italia formula l’auspicio che si giunga alla presa di coscienza di come la viabilità condizioni pesantemente la possibilità di sviluppo armonico delle diverse aree della cittadina. In una parola si chiede all’assessore competente di approfondire le tematiche ascoltando gli imprenditori e non imponendo scelte fatte a tavolino dagli uffici”.

Commenta con Facebook