Tende in allestimento in Slovacchia, la Protezione civile Fvg già all’opera

Sono già al lavoro i 26 volontari e cinque funzionari della Protezione civile del Fvg partiti venerdì dalla sede di Palmanova per il paese di Michalovce, in Slovacchia.

La colonna mobile ha raggiunto il confine con l’Ucraina e ha già avviato l’allestimento del grande centro di prima accoglienza dei profughi in fuga dalla guerra, che potrà offrire un posto letto a 250 persone.

Le squadre Fvg stanno montando trenta tende, dotate d’illuminazione e riscaldamento, una cucina da campo e le docce e i servizi necessari. Il campo sta sorgendo negli spazi del cortile e del campo di atletica della scuola secondaria Gymnázium L. Štúra.

La colonna mobile è poderosa: si compone di 20 mezzi, tra cui sette camper, un autoarticolato e un furgone officina.

La scelta dei volontari è stata fatta sulla base di parametri che riguardano la competenza, la conoscenza della lingua, l’esperienza e l’età, per creare un gruppo coeso, affiatato, competente ed efficiente; il volontario più giovane ha 18 anni e si affianca, in questa missione, ad altri ragazzi entrati nelle fila della Protezione civile durante il periodo della pandemia, maturando una prima fondamentale esperienza sul campo a favore dei propri concittadini.

Il sistema di Protezione civile è impegnato anche sul fronte dei due confini con una prima accoglienza a Fernetti e Tarvisio e, nelle scorse settimane, ha completato, di concerto con il Dipartimento nazionale di Protezione civile, altre due missioni per la consegna di farmaci e dispositivi medici, per un controvalore di 2 milioni di euro, ai confini con la Romania. La centrale operativa di Palmanova è stata riconosciuta hub nazionale per il sostegno sanitario alle popolazioni colpite dalla guerra. E proprio nella città stellata lunedì 21 marzo è attesa la visita del premier Mario Draghi.