Tarcento, denunciato il 26enne che aveva puntato la pistola al barista

Nella pomeriggio di ieri, 14 luglio, i Carabinieri della Stazione di Tarcento, unitamente a personale del Nucleo Radiomobile di Cividale del Friuli, al termine di una mirata attività investigativa, identificavano un 26enne del posto, trovato in possesso di un ciclomotore con targa falsa, asportato in loco pochi giorni or sono.
L’indagine trae origine da un evento verificatosi lo scorso mese quando un giovane, travisato da occhiali scuri, cappuccio e giaccone, si era presentato all’interno di un bar della zona, pretendendo di consumare una bevanda. Al diniego del gestore, motivato dal fare sospetto e dal suo camuffamento, il giovane avrebbe estratto una pistola, puntandogliela.
All’ulteriore rifiuto del barista, lo sconosciuto si allontanava dal locale a bordo di una mountain bike. Il grave atto intimidatorio veniva subito segnalato ai Carabinieri che ponevano in essere l’indagine che, culminata con una perquisizione personale e domiciliare, permetteva di rinvenire due pistole a gas tipo “soft gun”, prive di tappo rosso, un coltello a serramanico, uno zaino ed alcuni indumenti impiegati per perpetrare la suddetta minaccia.

Il citato materiale veniva posto sotto sequestro, il ciclomotore veniva recuperato per gli accertamenti di rito ed il giovane veniva denunciato in stato di libertà per le ipotesi di reato di minaccia aggravata, porto abusivo di armi, ricettazione e uso di targa falsa.