Sottoscritte le intese tra Carnia Industrial Park e sei Comuni del territorio

Sottoscritte le intese tra il Carnia Industrial Park e i comuni di CerciventoForni AvoltriForni di SopraPaluzzaPaularo e Sutrio, che prevedono un progressivo ampliamento delle aree di operatività del Consorzio, oltre le zone urbanistiche D1 dei Comuni di Amaro Tolmezzo e Villa Santina, alle zone D2 e D3, normalmente identificate come artigianali, dei Comuni dell’area montana.
A quelli sopra elencati, si è aggiunto anche l’accordo siglato con il Comune di Trasaghis che, per questioni di vicinanza territoriale, è stato inserito tra le partnership in fase di avvio, anche per consentire un nuovo importante insediamento, realizzato dal Consorzio del Prosciutto di San Daniele nell’area artigianale del Comune.

Il progressivo ampliamento dell’operatività del Consorzio è una diretta conseguenza del processo di riforma avviato con la Legge Regionale n. 3/2021, SviluppoImpresa, promossa dall’Assessore alle Attività Produttive Sergio Bini, che ha delegato i Consorzi ad intervenire in questi ambiti territoriali. In questa prima fase il Consorzio ha attribuito priorità alle aree artigianali presso le quali sono insediate aziende che hanno manifestato, attraverso la delegazione di Tolmezzo di Confindustria Udine, la volontà di effettuare ampliamenti o nuovi investimenti nel processo produttivo. Scadrà infatti il giorno 11 marzo la linea di contributo regionale che sostiene tali investimenti e che, grazie al lavoro congiunto di Confindustria Udine e Consorzio, da quest’anno, è stata estesa ai comuni dell’area montana.

Soddisfatto il capo delegazione di Tolmezzo di Confindustria Udine, Nicola Cescutti«Per certi versi si tratta di un momento storico. Essere riusciti a riportare l’attenzione sul futuro della manifattura nelle alte valli ci rende più ottimisti per il futuro delle aziende. L’effetto traino conseguente agli investimenti sul territorio delle imprese, stimolate dall’opportunità delle agevolazioni di cui all’art. 6, è in grado di innescare un percorso virtuoso di collaborazione fra il Consorzio, le imprese e i Comuni dell’area montana».

La dichiarazione del presidente del Carnia Industrial Park, Roberto Siagri«Abbiamo condiviso, nella recente Assemblea dei Soci, la volontà di ampliare, con la riforma legislativa, l’operatività del Consorzio, consolidandone il ruolo di promotore dello sviluppo economico nell’area montana locale. Ciò permetterà uno sviluppo armonico del territorio e l’avvio di una vera politica di attrazione degli investimenti, con il fine anche di limitare, se non invertire il trend demografico negativo in corso».