Smarrisce il sentiero lungo la Traversata carnica

Un escursionista udinese, residente a Tarvisio, iniziali R.M. del 1981, è stato recuperato questo pomeriggio dalle squadre del CNSAS di Cave del Predil tra la Val Bartolo e il Monte Capin, nel tarvisiano. Il giovane ha inviato una richiesta di soccorso telefonando al NUE112 a cui ha fornito le coordinate riportate sul suo cellulare.

Il giovane aveva smarrito il percorso della Traversata Carnica dopo aver compiuto l’ascensione al Monte Capin, nel tratto che dal Monte Goriane porta al monte Capin. Scendendo dalla cima del Capin avrebbe dovuto proseguire verso Sella Canton, in direzione Coccau, mentre si è ritrovato incrodato in un ripido canale del Torrente Bartolo, nell’omonima valle.

Le coordinate fornite dal ragazzo, con il quale i soccorritori si sono messi in contatto telefonico, non corrispondevano però alla descrizione che lui riportava a parole: i dati forniti conducevano infatti ad un punto che risultava due chilometri più a valle di quello in cui poi effettivamente è stato ritrovato. Per questo motivo i tecnici del CNSAS hanno subito ritenuto di avviare nuovamente la procedura di geolocalizzazione con SMSLOCATOR attraverso la centrale di Torino, che infatti ha fornito un punto diverso che poi si è rivelato quello corretto, in un canale scosceso, pieno d’acqua e circondato da fitte abetaie a quota 1100 metri.

Gli uomini del soccorso lo hanno raggiunto a piedi in un’ora e mezza di cammino e lo hanno accompagnato a casa. All’intervento hanno preso parte quattro tecnici CNSAS di Cave del Predil, mentre sul posto erano presenti anche due squadre di Vigili del Fuoco.

Commenta con Facebook