Si rafforza il gemellaggio fra Tolmezzo e il Comune austriaco di Sankt Florian

È stato riacceso domenica in sala consiliare a Tolmezzo, alla presenza di numerosi amministratori, il rapporto di gemellaggio della città carnica con il Comune di Sankt Florian, in Alta Austria, suggellato nel lontano 2004.

Durante la cerimonia, il primo cittadino di Tolmezzo Francesco Brollo e il vice del suo omologo austriaco Bernd Schützeneder hanno riacceso il lume raffigurante gli stemmi dei due comuni che già era stato illuminato all’atto dell’istituzione ufficiale del legame tra le due città, proprio per sancire nuovamente la validità e l’attualità di quel rapporto.

Il gemellaggio, nato su spinta delle comunità religiose dei due paesi che condividono l’importanza all’interno dei propri territori della figura di San Floriano al quale è intitolato il comune austriaco e la Pieve di Illegio, rimane saldo soprattutto grazie alle costanti relazioni che tessono i parroci Don Alessio Geretti e Don Angelo Zanello.

Il consigliere comunale di Tolmezzo delegato ai rapporti con le città gemellate Gabriele Moser, presente alle iniziative assieme alla vicesindaco Fabiola De Martino, afferma che «tale occasione non ha rappresentato solamente un momento in cui gli amici di Sankt Florian sono stati ospiti partecipi di questa manifestazione, ma è validamente diventata un’opportunità di contatto, conoscenza e scambio culturale tra le comunità delle nostre città anche in un’ottica di rafforzamento del gemellaggio. Questi momenti hanno consentito di instaurare con St. Florian durature relazioni di scambio e di avviare nuove fruttuose alleanze collaborative utili anche a creare l’identità comune dell’Europa dei popoli uniti in cui vengono valorizzate, al di fuori dei propri territori, le peculiarità che ci caratterizzano e che ci uniscono sulle quali si fonda il nostro importante rapporto di interrelazione».

La delegazione giunta a Tolmezzo era composta da alcuni rappresentanti del municipio di St. Florian, dall’abate del grandioso complesso religioso che domina il paese Johann Holzinger e dal coro di voci bianche Sankt Florianer Sängerknaben.

Ricco il programma al quale la delegazione ha preso parte: sabato al palatenda di Illegio si è svolta, all’interno della rassegna “La lunga notte delle pievi in Carnia”, l’esibizione del Istituto Corale dei Ragazzi, che ha riproposto alcuni dei più famosi brani di Beethoven, Schubert e Strauss. Il Sankt Florianer Sängerknaben, nato nell’anno 1071, porta la grande eredità della tradizione musicale austriaca e le ultime idee di repertorio in tutti i continenti diventando così ambasciatori della cultura europea.

Domenica l’Abate di Sankt Florian ha celebrato la Santa Messa in Duomo a Tolmezzo. accompagnato dal coro dei ragazzi.

La permanenza della delegazione austriaca si è conclusa con la cerimonia di saluto ufficiale svolta in sala consiliare.

Commenta con Facebook