Seri incidenti per due minorenni, interviene il Soccorso Alpino Fvg

Una serie di interventi oggi per il Soccorso Alpino regionale.

Tra Malga Tintina e Malga Montovo, in comune di Ampezzo, una donna di Raveo si è infortunata ad una gamba a quota 1760 metri ed è stata soccorsa dell’elisoccorso del Suem di Pieve. Attivata la stazione di Forni di Sopra del Soccorso Alpino.

La stazione di Udine del Soccorso Alpino è stata inevceattivata per una richiesta di soccorso sul sentiero che da Micottis, in comune di Lusevera, scende circa centocinquanta metri di dislivello dal paese. Qui una donna di cinquantasette anni si è slogata una caviglia. I tecnici intervenuti sul posto l’hanno raggiunta imbarellata e trasportata per duecento metri di dislivello alla propria auto. La donna era assieme ad un compagno di gita.

Forte trauma cranico per un ragazzino undicenne di Pordenone che si trovava assieme ai suoi genitori e ai fratelli e ad un’altra famiglia con figli nei pressi dei ruderi del castello di Montereale Valcellina. Il ragazzino è stato soccorso dal padre che lo ha portato nei pressi della propria automobile e poi elitrasportato ad Udine d’urgenza. La stazione del soccorso alpino di Maniago è comunque intervenuta sul posto con una squadra.

Un diciassettenne di Trieste si è procurato forti traumi cadendo da cinque metri di altezza, dopo qualche ruzzolone, nel Torrente Rosandra, nell’omonima valle. I primi tecnici del Soccorso Alpino di Trieste giunti sul posto lo hanno già trovato in ipotermia, dal momento che per i traumi subiti diceva di non riuscire più a muoversi per i forti dolori alla schiena ed è rimasto in acqua una quarantina di minuti. A dare l’allarme gli amici che erano con lui, che hanno avvisato anche i familiari – anche il padre arrivato sul posto. Con l’arrivo dei rinforzi e di due Vigili del Fuoco che hanno partecipato attivamente alle operazioni il ragazzo è stato imbarellato in acqua – i tecnici immersi fino al petto- e portato all’asciutto. Di qui, essendo l’elicottero impegnato, si è allestito un paranco con contrappeso di una cinquantina di metri con le corde per portarlo sul sentiero soprastante tra Bagnoli e Bottazzo oltre il tratto ripido. Già pronti a intraprendere la discesa a piedi con il trasporto a spalla lungo il sentiero, è giunta la notizia che l’elisoccorso si era liberato. Il ragazzo è stato caricato a bordo e portato d’urgenza a Cattinara.

Per la notizia sul biker soccorso fra i Monti Festa e San Simeone CLICCARE QUI, per quella relativa al 78enne di Sigilletto di Forni Avoltri caduto per una trentina di metri CLICCARE QUI.

Commenta con Facebook