Sergo (M5S): «Sull’impianto di Pradibosco è necessaria dalla Regione una risposta chiara»

“Sulla stazione sciistica di Pradibosco serve una risposta chiara: si vuole aprire l’impianto oppure i soldi spesi finora sono stati sprecati?”. A chiederlo è il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle, Cristian Sergo, che ha presentato un’interrogazione all’assessore alle attività produttive, Sergio Emidio Bini.

“Ci troviamo di fronte a un impianto che è stato previsto dal Programma straordinario per il 2008 della Comunità Montana della Carnia. – ricorda Sergo – Dopo 11 anni l’impianto ancora non funziona e sono stati spesi circa 2,5 milioni di euro ma pare che qualcuno non voglia l’impianto, nonostante le risorse già impegnate”.

“Occorre un ragionamento complessivo sugli impianti sciistici del Friuli Venezia Giulia – aggiunge il consigliere regionale – e, per quanto concerne l’impianto di Pradibosco, serve una risposta definitiva al territorio e alle attività produttive che aspettano chiarezza in vista della stagione invernale 2019/2020”

“La risposta dell’assessore Bini ci appare eloquente: attualmente non pare opportuno ed economico integrare Pradibosco nel circuito di Promoturismo FVG, pertanto si prevede solo che possa esser un appendice legata ad attività sociali e/o circoscritta alla funzionalità dell’albergo adiacente a fronte di costi e mantenimento significativi. – sostiene Sergo – La palla passa quindi alla Uti della Carnia che deve reperire i soldi per mantenere l’impianto altrimenti l’ennesima cattedrale nel deserto rimarrà in memoria di tutte le male gestioni di quel territorio”.

“Dalle parole dell’assessore abbiamo un’idea un po’ più chiara su quanto successo e pochi dubbi rimangono sul titolo della nostra interrogazione: ennesimo spreco di denaro o rilancio di un’intera vallata? – conclude l’esponente M5S – Attendiamo gli sviluppi di questa vicenda cercando di capire se e come verrà messa in funzione quest’opera”.

Commenta con Facebook