Ritorna “Tango da Pensare” a Colloredo di Monte Albano

Alla sua partenza Festival Tango da Pensare nell’edizione estiva 2016. Saranno sei gli appuntamenti ad ingresso libero (fino ad esaurimento posti) previsti dal 30 luglio al 16 agosto nelle tradizionali sedi del castello di Colloredo di Monte Albano (Ud) in collaborazione con il comune di Colloredo, e a Duino Aurisina, presso la suggestiva cornice della Foresteria del Collegio del Mondo Unito ed in collaborazione con lo stesso Comune e la Regione Friuli Venezia Giulia.

Presenti quindi tutte e due le sedi “storiche”, a continuazione di un sodalizio con il Comune di Duino Aurisina dove l’Associazione è presente da oltre ventinove anni con corsi di musica e la consolidata Stagione Concertistica Internazionale autunnale Note del Timavo, presso il Tempio di S. Giovanni in Tuba, ed il Comune di Colloredo di Monte Albano, presso il Castello di Colloredo,dove gli appuntamenti estivi ed autunnali si susseguono da oramai tredici edizioni. Il tutto è a cura dell’Associazione Culturale Punto Musicale per la direzione artistica di Carla Agostinello, con il contributo della Regione Friuli Venezia Giulia, del comune di Duino Aurisina, del Comune di Colloredo di Monte Albano, della comunità Collinare del Friuli, della Fondazione Crup alla quale va un particolare ringraziamento, e Digas; la manifestazione si avvale poi dell’Alto Patrocinio del Ministero per i beni e le attività culturali,dell’Embajada del la República Argentina in Italia e della Fundacion Astor Piazzolla di Buenos Aires .

Festival Tango da Pensare Estate 2016 si presenta in questa edizione con appuntamenti che riguardano molti aspetti del tango, da quello tradizionale al tango Nuevo e alle contaminazioni  jazz, dalla danza alla letteratura, e propone grandi personaggi che hanno e stanno facendo la storia di questo genere d’espressione e fenomeno di costume diventato internazionale.

__

Sin dal suo esordio nel 1998, Tango da Pensare ha potuto godere della presenza ed appoggio di illustri personaggi di questo genere, da Luis Bacalov ad Hugo Aisemberg, dal pittore Carlos Sessano  a una madrina eccezionale come Laura Escalada Piazzolla, moglie di Astor Piazzolla che appoggia questo festival anche attraverso il patrocinio della sua Fundaciòn Astor Piazzolla di Buenos Aires, non potendo intervenire personalmente in quanto impegnata a Buenos Aires, e tanti, tanti altri. Presenza di ʿpesoʾe  testimonial del Festival quest’anno, Meri Lao, scrittrice, musicista e pioniera nello studio e la diffusione della musica latinoamericana.

Primo appuntamento in programma sabato 30 luglio, alle ore 21.00 come tutte le date previste, presso la corte del Castello di Colloredo di Monte Albano (Ud), e per una serie di spettacoli-concerto  a Colloredo che sarà in ” Ricordo del quarantesimo anniversario del terremoto in Friuli” che ricorre quest’anno e che vede proprio il Castello di Colloredo come uno dei suoi simboli più forti.

Il duo Contramilonga, composto da Fabio Furia al bandoneón e Marcello Melis al pianoforte, proporrà un repertorio che spazia dal tango tradizionale alla musica contemporanea dello stesso Furia. Questo sarà il primo di cinque appuntamenti con diversi approcci stilistici allo strumento simbolo del Tango, il bandoneón.

cardozo_klurfanSempre al Castello di Colloredo, giovedì 4 agosto sarà la volta di un personaggio simbolo del tango e delle sue tradizioni, Meri Lao. Classe 1928, Meri ha vissuto gli anni formativi in Argentina e Uruguay; scrittrice, docente di musica, pianista, etnomusicologa, attivista dei Diritti Umani, è stata pioniera nello studio e nella diffusione della musica latinoamenricana e ha scritto anche numerosi saggi sul Tango. Ha composto per Federico Fellini il Tango-congo, nel film” La città delle donne”. Scrive di lei Astor Piazzolla nel 1974: «in Europa c’è un vero fervore per la nostra musica, soprattutto in Italia e Francia. In Italia c’è Meri Lao, che conosce la materia come molti di noi neppure se lo sognano …»; ed Umberto Eco, suo grande amico, scrive nel 2004: « Meri Lao ha dedicato una vita al tango. Forse una vita non basta, ma è certamente chi ci ha sempre raccontato meglio questa magnifica vicenda ». L’appuntamento ha per titolo ” Il Tango dall’epoca d’oro alla globalizzazione” e si avvarrà di illustrazioni in video.

Il 5 e 6 di agosto, la scena si sposta presso la Foresteria del Collegio del Mondo Unito in collaborazione con il Comune di Duino Aurisina (Ts).

Venerdì 5 agosto, Meri Lao inaugurerà le due serate previste a Duino, con un monologo musical-didattico per cantattrice dal titolo ” Tango & Cafè con pan”; a seguire un eccezionale duo con un concerto inserito nell’ambito del loro tour internazionale in tutto il mondo, Pasquale Stafano al pianoforte e Gianni Iorio al bandoneón, con un programma che spazia dal tango tradizionale al jazz.

Sabato 6 agosto un doveroso ” Omaggio a Jorge Luis Borges” nel trentennale dalla sua morte che ricorre quest’anno; protagonista  Neotango, quartetto di punta da sempre a Tango da Pensare e sempre atteso dal  pubblico di tutta la regione.

Composto da Massimiliano Pitocco al bandoneón, Carla Agostinello, pianoforte, Alessandro Vavassori, violino, Giovanni Rinaldi, contrabbasso, ha esordito nel 1998, alla presenza della vedova di Astor Piazzolla, Laura Escalada Piazzolla, che tutt’ora segue gli sviluppi del gruppo e che spesso lo accompagna nelle sue esibizioni. E’ formato da affermati musicisti provenienti da diverse esperienze, nel  campo della musica classica, jazz, e popolare, e originari di diverse regioni italiane ed Argentina. Collabora attivamente con i più grandi esponenti e cultori di questo particolare genere, come Bacalov, Milva, Gidom Cremer, Vinicio Capossela ecc.. Al fianco del gruppo, l’attore friulano Giorgio Monte e le coreografie dei ballerini Marina Martin e Massimo Marchetto.

loshermanosSabato 13 agosto si torna al Castello di Colloredo per un appuntamento con la tradizione del Tango e tre artisti argentini: Ruben Peloni y Los Tanturi, composto da Ruben Peloni, cantante, Darío Polonara al bandoneón e Carlos Adrian Fioramonti alla chitarra. Musiche di tango tradizionale, tango Nuevo e composizioni originali di Fioramonti.

Finale del festival estivo luglio-agosto, martedì 16 agosto con una versione in trio di Neotango, immagine tradizionale del Festival, con Massimiliano Pitocco,bandoneón, Carla Agostinello, pianoforte e Giovanni Rinaldi al contrabbasso, per dare spazio ad un ospite che darà un indirizzo particolare alla serata, Javier Girotto, sassofonista di spicco della scena jazz, anch’esso di casa con altri progetti musicali a Tango da Pensare. Il percorso è dedicato anche alla poesia di L. Borges proposta in questa serata dall’attore friulano Giorgio Monte e l’aiuto delle atmosfere create dai ballerini Marina Martin e Massimo Marchetto; poesia questa, che tanto ha a che fare con la musica più impegnata di Astor Piazzolla.

Gli spettacoli sono ad ingresso libero fino ad esaurimento posti.

Per ulteriori info: www.puntomusicale.org

info@puntomusicale.org

Commenta con Facebook