Rintracciati nella notte oltre 100 migranti, bloccata la circolazione del treno Carnia-Udine

“E’ inaccettabile, non degno di un Paese civile, quello che continua a succedere lungo i binari del Fvg”.

Lo si legge in un post sulla pagina Facebook dei Comitati Pendolari Friuli Venezia Giulia dopo che nella notte oltre 100 migranti sono stati rintracciati tra Gemona, Artegna, Osoppo, Buja e Pagnacco.
Vari gruppi si sono diretti verso la ferrovia, bloccando la circolazione del R6009 Carnia-Udine, arrivato in forte ritardo.
“Una scena già vista decine di volte lungo tutta la rete FS della regione, visto che è solo l’ultimo episodio di una gestione pessima dell’immigrazione clandestina che sta fortemente penalizzando il servizio FS e gli utenti, mettendo in pericolo vite umane – prosegue il post -. Più volte abbiamo chiesto invano controlli ai confini, ora ancora più necessari vista l’emergenza Covid”.

Dopo le segnalazioni arrivate poco dopo l’una, sono intervenute le pattuglie di Polizia e Carabinieri.
I migranti sono stati portati all’ex caserma Cavarzerani di Udine, dove osserveranno il periodo di quarantena.

(foto d’archivio)

 

Commenta con Facebook