Raffaella Cargnelutti presenta a Radio Studio Nord “Le spiritate di Verzegnis”

Si chiama “Le spiritate di Verzegnis” l’ultima fatica letteraria di Raffaella Cargnelutti.

Un romanzo che si ispira a un’inquietante e sconvolgente storia accaduta nel 1877 a Verzegnis: una giovane donna inizia a mostrare i primi segni di un malessere che per i parenti della ragazza e i preti del villaggio è possessione demoniaca, mentre per i medici si tratta di isteria. In seguito altre donne cominciano a manifestare i segni di un male indefinibile che sconvolgerà la vita di questo paese, le sue credenze, le sue tradizioni. L’autrice raccoglie le grida di queste ragazze che, seppur protagoniste della vicenda, sono arrivate fino a oggi senza corpo, senza volto, senza voce.

Raffaella Cargnelutti esordisce in narrativa con “Il ritratto di Maria”, saga di una famiglia carnica al tempo dei Cramars (2010). Ha pubblicato le biografie romanzate dei pittori Gianfrancesco da Tolmezzo e Giovanni Antonio de’ Sacchis, detto il Pordenone. Con il romanzo inedito “Di cera e di vento” è stata finalista al Premio letterario RTL 102.5 – Mursia Romanzo Italiano, edizione 2020, anno in cui ha pubblicato “La valle dei Ros”.

La critica e storica dell’arte carnica ha presentato il suo ultimo romanzo a “RadioAttiva“, la trasmissione di Radio Studio Nord condotta da Cristian Comelli in onda da lunedì al venerdì dalle 10 alle 12.
Proponiamo l’audio e il video.