Quattro percorsi estivi nelle vallate carniche per i ragazzi dagli 11 ai 14 anni

Un’esperienza multiforme, itinerante e condivisa con i coetanei delle singole vallate, queste le peculiarità dei quattro percorsi estivi che il Servizio sociale dei Comuni dell’ambito territoriale della Carnia – Azienda Sanitaria Universitaria Friuli Centrale propone per i ragazzi dagli 11 ai 14 anni nel corso dei mesi di luglio e agosto.  

Escursioni e volontariato, adventure park e visite a musei, ma anche relax, una notte in rifugio ed un laboratorio di songwriting con Marco Anzovino, sono alcune delle attività che verranno realizzate nell’ambito di “Radio Estate” in Val But, “Restate 2.0” in Val Degano, “E-state tra due vallate” in Val d’Incarojo e “Tagliamento Summer Camp” in Val Tagliamento.  

I progetti, strutturati in dieci incontri con cadenza bisettimanale e gestiti dagli educatori della Cooperativa Itaca affiancati dai volontari delle diverse associazioni, intendono offrire ai preadolescenti un’occasione di socializzazione e di scoperta delle peculiarità del territorio in cui vivono. Per questo, le attività si svolgeranno ogni volta in un comune diverso della vallata, obiettivo perseguibile grazie alla collaborazione delle Amministrazioni e degli Istituti Comprensivi Linussio-Matiz, Val Tagliamento e di Comeglians. 

L’idea progettuale è nata la scorsa estate dai Comuni della Val Degano ed è stata sviluppata dal punto di vista educativo dal Servizio Sociale. I riscontri positivi da parte delle famiglie e dei ragazzi, coinvolti in una serie di incontri anche nel corso dell’anno scolastico, hanno suggerito di estendere la proposta anche nelle altre vallate.   

Le attività estive si inseriscono all’interno di un’articolata progettualità realizzata nel corso dell’anno in sinergia con i diversi enti del territorio e gli stessi adolescenti, che richiedono di essere sempre più co-attori nella costruzione dei percorsi che li riguardano. I percorsi estivi infatti intendono rispondere al bisogno di stare insieme manifestato dai ragazzi che, frequentando scuole secondarie diverse, non hanno modo di rapportarsi. 

La partecipazione all’iniziativa è gratuita eccetto pranzi al sacco, trasporti e biglietti di ingresso per specifiche attività. Per informazioni e iscrizioni, che dovranno pervenire entro il 13 giugno, è possibile rivolgersi a Gaia Pecile: WhatsApp 335 126 6621 – gaia.pecile@asufc.sanita.fvg.it. 

I progetti verranno attivati al raggiungimento del numero minimo di iscritti (15 persone). Le iscrizioni saranno possibili fino al raggiungimento del numero massimo possibile per la buona realizzazione delle attività e saranno raccolte in ordine di arrivo.