Pronti 108.000 euro per le attività commerciali di Canal del Ferro e Valcanale

Ammontano a 107.047 euro i contributi erogati dalla Comunità di Montagna Canal del Ferro e Valcanale a imprese commerciali (comprese quelle al dettaglio), pubblici esercizi e di distribuzione di carburante, con la finalità di ridurre i maggiori costi nel commercio dovuti allo svantaggio localizzativo in ambito montano.

“Questo è uno degli esercizi di funzione delegate all’ente dal 2021 nel quadro della riforma regionale che ha istituito le Comunità di Montagna”, spiega il presidente Fabrizio Fuccaro.

Nel dettaglio, 33 domande sono state accolte e localizzate nei comuni di Chiusaforte (2), Malborghetto Valbruna (3), Moggio Udinese (6), Pontebba (4), Resia (6), Resiutta (1) e Tarvisio (11). Ampliati anche i criteri, con l’aumento delle tipologie e le spese ammissibili a contributo quali, tra l’altro,  trasporti, spese per lavoro dipendente, utenze energetiche e idriche, canoni di locazione.

I contributi vanno da non meno di 1000 euro fino a 2500 e possono raddoppiare in presenza di servizi offerti agli utenti, quali consegna a domicilio, messa a disposizione di postazioni computer e reti wi-fi, aumento di categorie merceologiche dall’anno precedente, disponibilità di spazi a favore di associazioni o gruppi per lo svolgimento di attività aggregative. Dieci di queste società hanno potuto beneficiare di 5.000 euro.

“Un sostegno mirato ai piccoli esercizi per l’economia dei territori, destinato a chi punta a investire nei comuni di montagna e a favore dei servizi alle popolazioni a copertura dei disagi del vivere in questi territori – aggiunge Fuccaro -. Con l’integrazione di fondi propri a quelli regionali, abbiamo dato ristoro a tutte le richieste pervenute e valutate ammissibili”.