Presentato a Villa Santina il festival “A tutto Parco”

Numerosa la partecipazione alla conferenza stampa di presentazione del festival “A tutto Parco” ieri sera a Villa Santina. Federico Addari, presidente di Chiodo Fisso ed ideatore della manifestazione è entusiasta “dopo dieci anni di Sportland l’energia non è venuta meno, crediamo ancora nel territorio e nell’unione delle associazioni”.

Parole riprese dalle cariche istituzionali che per la Carnia hanno sempre avuto un occhio di riguardo. L’Assessore regionale Barbara Zilli ha lodato le iniziative originali e la capacità di andare oltre i confini soliti di ragionamento facendo squadra con i comuni vicini “lo sport insegna dei valori fondamentali e migliora l’essere umano”. Enzo Cainero, deux ex machina del Giro d’Italia in Friuli, ha sottolineato l’importanza dell’associazionismo locale e del recupero del territorio, valorizzando le antiche falesie diventate ora fondamentali per chi, come l’ex testimonial di Sportland Adam Ondra, andrà ad arrampicare alle Olimpiadi di Tokyo 2020.

Il Sindaco di Villa Santina Domenico Giatti si è auspicato che tali manifestazioni siano la spinta per creare posti di lavoro nell’ambito turistico, mentre Roberto Revelant, sindaco di Gemona, che ha sempre creduto nell’arrampicata come volano turistico ha ribadito la sua volontà nel costruire una palestra indoor attrezzata per atleti professionisti. Non sono mancate le novità al programma del festival: un contest di arrampicata boulder venerdì 6 e sabato 7 su una gigantesca parete nel cuore del parco, dove gli appassionati di tale disciplina si sfideranno in incredibili acrobazie e domenica 1 settembre, ad un gruppo limitato di persone, verrà data la possibilità di testare in anteprima la via ferrata “Farina del Diavolo”. Brividi ed adrenalina saranno i protagonisti.

LE DICHIARAZIONI DELL’ASSESSORE ZILLI

“L’importanza per la Regione di sostenere un evento come questo, capace di unire al fattore sportivo anche quello turistico, coinvolgendo le realtà associative del territorio in un progetto rivolto non solo a chi pratica l’agonismo, ma a tutte le persone e in particolarmodo alle famiglie”.

Lo ha detto l’assessore regionale Barbara Zilli in occasione della presentazione. Nell’occasione, l’assessore ha sottolineato come una delle peculiarità della regione sia da un punto di vista morfologico e territoriale quella di essere “completa”, potendo offrire un panorama di iniziative che offrono la possibilità di passare al meglio il proprio tempo libero, facendo sport sia in località di montagna che di mare.

“Lo spirito – ha detto Zilli – è quello del progetto Sportland, che ha messo in rete diversi i Comuni della montagna della fascia pedemontana dell’area friulana per promuovere all’interno delle comunità locali i valori e i benefici della pratica sportiva, rivolgendosi ai giovani come agli anziani”.

In questo senso l’assessore ha concluso evidenziando la multidisciplinarità della tre giorni di Villa Santina come elemento di “sicuro richiamo”, in quanto presenta un’ampia scelta di attività che vanno dall’arrampicata sportiva, alla mountain bike; ma anche yoga, equitazione e ginnastica ritmica.

Commenta con Facebook