Presentati gli staff delle rappresentative regionali di calcio

Non si ferma l’attività delle rappresentative regionali di calcio che, nonostante il rinvio ufficiale, per il terzo anno consecutivo, del Torneo delle Regioni, proseguirà sino al termine della stagione. Motivo, questo, per il quale sono stati presentati gli staff tecnici che guideranno le tre selezioni (Under 19, Under 17 e Under 15) che, da qui al termine della stagione, saranno impegnate in diverse attività, ancora da ufficializzare, anche fuori regione.

«Siamo nel pieno del lavoro e, nonostante sia stato annullato il Torneo delle Regioni che auspichiamo riparta il prossimo anno, parteciperemo alle diverse manifestazioni organizzate dai Comitati regionali sperando di organizzare qualcosa anche noi – dice il presidente della LND regionale Ermes Canciani -. Il nostro intento è di dare vigore ai settori giovanili e anche alla selezione Under 19, quest’ultima composta da ragazzi nati nelle annate 2003 e 2004 che, a causa della pandemia, hanno svolto davvero poca attività nell’ultimo biennio. Certamente parteciperemo a qualche torneo con ogni rappresentativa, ma anche a tornei giornalieri: l’attività, insomma, sarà intensa. Oltre alla conferma dei tre tecnici mi fa piacere accogliere tra di noi, con molta soddisfazione, Luigi Infurna, un uomo che con la sua grande esperienza darà un tocco di ulteriore professionalità al nostro mondo, facendo da traino tra i tecnici e il Comitato regionale».

«Ripartire è sempre un grande segnale, senz’altro non tanto per me quanto per i ragazzi e per il mondo del calcio – afferma Gianni Tortolo, selezionatore della rappresentativa Under 19 – . Fino quando si gioca è un segnale positivo e sono contento che ci siano dei tornei che ci danno la possibilità di farlo. Nell’ultimo raduno ho visto i ragazzi venire al campo con voglia e quindi ci metteremo tutto l’impegno per ben figurare. Ci sono delle società, anche di Eccellenza, che fanno giocare tanti ragazzi del 2004 nonostante la pandemia li abbia tenuti fermi a lungo: è il chiaro segnale che anche nei settori giovanili si sta lavorando molto. Purtroppo qualche volta bisogna accettare gli errori dei giovani, ma non va dimenticato che sono ragazzi di nemmeno 20 anni. In Eccellenza, nel corso di questa stagione, ha debuttato anche un ragazzo del 2006, significa che ci sono società con basi solide che cercano di valorizzare il loro talento e di questo ne beneficia tutto il movimento regionale».

Per Alessandro Tormena, che guiderà gli Under 17, «far tornare a giocare i ragazzi è una cosa meravigliosa e personalmente sono contento per loro che faranno un’esperienza, anche di vita, fuori regione. Si torna a respirare quasi aria di normalità e questa è la prima cosa. Sono contento dei raduni fatti, erano i primi e ho trovato dei giocatori con buona esperienza di calcio. Vedrò circa 40 giocatori e da lì scremerò i 20 che dovrebbero partecipare ai prossimi tornei. La qualità c’è ed infatti alcuni ragazzi che ho convocato giocano già in prima squadra: questo mi agevola perché se a quell’età giochi già con i grandi cresci soprattutto dal punto di vista della mentalità. Per me sarà la prima volta, anche se da sette anni collaboro con le rappresentative: mi fa immenso piacere sebbene l’emozione l’abbia già superata. La vivrò però al 100 % e questo mi dà la carica necessaria». 

Ha parlato anche il selezionatore U15 Marco Pisano: «Siamo finalmente partiti con i ragazzi del 2007 e questo è un buon segnale. Cerchiamo di organizzare loro un’esperienza di un certo livello per formare una base e abituarli a un certo tipo di attività. Sono esperienze che servono, perché i ragazzi hanno voglia e ci tengono alla maglia della “nazionale” regionale. La rappresentativa è la vetrina per i ragazzi: va ad accrescere la loro esperienza anche in funzione dei rispettivi club. I ragazzi sono vogliosi, hanno personalità e stanno bene anche fisicamente dopo un periodo in cui hanno giocato poco. Nel raduno di questo pomeriggio, in campo, traspariva in loro proprio la voglia di mettersi in gioco per arrivare a un’altra convocazione. Per quanto riguarda me non vedevo l’ora di tornare in campo, ero fermo da troppo tempo. E’stata una gioia ritrovare staff e ragazzi della rappresentativa che per me sono una vera e propria seconda famiglia». 

Infine Luigi Infurna, che dopo tanti anni vissuti nell’Udinese assume il ruolo di team manager delle rappresentative: «Il passato è passato, ora guardo solo al futuro che per me significa mettermi al servizio delle rappresentative. Arrivo con il grande entusiasmo di chi vuole fare qualcosa per i ragazzi dopo tanti anni passati con la prima squadra. Quello giovanile regionale è un movimento che può solo crescere, sperando di metterci definitivamente alle spalle questa pandemia e di tornare alla normalità. Dopo due anni è tutto più difficile, ma ora sembra il sipario si stia riaprendo e quindi va dato entusiasmo ai ragazzi che hanno voglia di fare. Tutti insieme possiamo ancora crescere e cercherò di dare il meglio di me per i nostri ragazzi: guardiamo avanti e lavoriamo insieme». 

 

GLI STAFF

UNDER 19

Selezionatore: Gianni Tortolo

Collaboratori: Marco Casadio e Paolo Collavizza.

Osservatori: Alessandro Bortolussi e Dino Tortolo.

Preparatore portieri: Alessandro Pinat

 

UNDER 17

Selezionatore: Alessandro Tormena

Collaboratore: Marco Pisano

Preparatore portieri: Angelo Calligaro

 

UNDER 15

Selezionatore: Marco Pisano

Collaboratori: Alessandro Tormena ed Emanuele Rotondo

Preparatore portieri: Angelo Calligaro

 

COLLABORATORI RAPPRESENTATIVE

Team manager: Luigi Infurna

Medici: Daniele Di Benedetto e Leonardo Tavagnacco

Massaggiatore: Aldo Fiorelli