Presentata da Anà-Thema Teatro la nuova stagione teatrale di Osoppo e Udine

Un teatro a “misura d’uomo”, dove lo spettatore è parte integrante della scena insieme con gli attori. Dove si eliminano convenzioni e tutto diventa coinvolgente, familiare. Un teatro “cucito” addosso al e per il pubblico.

Non poteva che essere presentata in una sorta di sfilata a metà tra moda e teatro, tra stoffe pregiate, atmosfere hollywoodiane e abiti maschili mozzafiato, “Eureka 10”, la nuova stagione teatrale messa a punto dalla compagnia Anà-Thema Teatro articolata come sempre tra Udine e Osoppo e intitolata quest’anno, appunto “La misura dell’uomo”.

Tante, tantissime, le sorprese svelate oggi, infatti, nello show-room di Cleofe Finati a Udine. Una carrellata di debutti nazionali, prime regionali assolute, compagnie di livello internazionale e attori amati dal grande pubblico. Senza dimenticare molti spettacoli per tutte le età immersi i luoghi misteriosi, magici, spesso sconosciuti ai più oltre al “cartellone nel cartellone” rappresentato dalla stagione “I tesori del territorio” dedicati al friulano e alle sue storie.

«Dieci anni – commenta il direttore artistico, regista e attore Luca Ferri – sono un bel traguardo per Anà-Thema Teatro, che con “Eureka” ha da sempre cercato di creare una stagione di eventi e spettacoli per tutta la famiglia, ricevendo il consenso del sempre più numeroso pubblico e della critica. Siamo orgogliosi – annuncia – di presentare questo nuovo cartellone che testimonia l’impegno sempre maggiore della mia compagnia che negli anni si è trasformata e cresciuta, mantenendo sempre fede ai suoi principi culturali e alla sua indipendenza. Perché crediamo – conclude – che per fare teatro occorra avere ben chiara la propria identità. E la nostra, credo, sia ormai inconfondibile».

Venendo al cartellone, che si apre il 12 ottobre e con un’anteprima già il 18 luglio, la stagione di Anà-Thema Teatro si sviluppa come sempre sia su più “piazze”, in particolare a Osoppo, dove ha sede “La corte”, e a Udine. Ma non solo, perché le proposte sono sempre talmente variegate da rappresentare ciascuna un programma a sé stante.


I grandi ospiti

Come anticipato, anche quest’anno saranno tanti i grandi nomi che faranno tappa a Osoppo ospiti di Anà-Thema in prima assoluta regionale. Ad aprire la stagione sarà, in anteprima nazionale, il 12 ottobre, il nuovo monologo di Luca Ferri, che dopo il successo di “neve” nella precedente stagione, quest’anno propone  “Il bosco di margherite”, un’indagine poetica e diretta sulla società attuale in un viaggio nella bellezza dove risiedono le diversità perché «è solo guardando la vita con occhi diversi – spiega Ferri – che si capisce quanto la vita stessa sia meravigliosa».

Il 24 ottobre sarà la volta di Nathalie Caldonazzo e Francesco Branchetti, che firma anche la regia, con il loro “Parlami d’amore” di Philippe Claudel, un racconto dolce-amaro di una coppia, ma in realtà dell’intera società, in crisi profonda di valori e di punti di riferimento.

La straordinaria energia di Marina Massironi, sul palco insieme con Nicoletta Fabbri, travolgerà gli spettatori il 9 novembre con “La somma di due”, liberamente tratto da “Sorelle” di Lidia Ravera per la regia di Elisabetta Ratti. Uno spettacolo fresco, ironico, ma anche fortemente critico in cui si racconta un legame naturale, eppure così misterioso, che unisce due sorelle alle prese con il divorzio dei genitori.

Ancora il rapporto tra genitori e figli in “La lavatrice del cuore”, il 22 novembre, dove stavolta protagonista sarà l’istrionica Maria Amelia Monti, alle prese con uno spettacolo, a cura di Edoardo Erba, sul tema delle adozioni, raccontate attraverso le testimonianze di chi le ha vissute direttamente o indirettamente.

Spazio alla grande danza, il 7 dicembre, con un vero e proprio evento. A Osoppo, infatti, approderà l’applauditissima compagnia nazionale di Raffaele Paganini, affiancata dalla compagnia Almatanz di Luigi Martelletta, con uno spettacolo che, solo dal titolo, “Lo schiaccianoci”, farà registrare il sold-out. Una favola tradizionale e un grande balletto del repertorio, riproposto in una nuova versione, più attuale, allegra e colorata. Non mancheranno sorprese, giochi, magie, e soprattutto le danze più belle messe in scena da étoiles di fama internazionale e dagli artisti della compagnia.

Dedicato all’indiscusso genio Leonardo Da Vinci, è lo spettacolo (18 gennaio) “Quel genio di Leonardo”, prima assoluta di una messinscena proposta da Anà-Thema Teatro che, con il suo stile irriverente, fantasioso e, al contempo, fedele alla realtà, racconterà le meraviglie di un personaggio che ha segnato la storia di tutti i tempi.

Per tutti è il Libanese della famosissima serie televisiva “Romanzo criminale”. Basterebbe dire questo per presentare Francesco Montanari, che con Alessandro Bardani, saranno a Osoppo il 1° febbraio,  a presentare il loro “La più meglio gioventù”,  un divertente reading che rappresenta il lato più leggero e dissacrante della scrittura di Bardani e Montanari in un’atmosfera che vede mischiare sacro e profano, battute fulminanti, sarcastiche, ironiche e frizzanti.

La classe e la bravura di Barbara De Rossi, insieme con Francesco Branchetti (sua anche la regia), saranno gli ingredienti sottesi, il 15 febbraio, a “Un grande grido d’amore” di Josiane Balasko, la scrittrice, regista e attrice francese i cui testi sono stati rappresentati nei più importanti teatri di tutto il mondo riscuotendo ovunque straordinari successi. Lo spettacolo è un ritratto amaro e graffiante, ma anche pieno di “umanità”, di un mondo dai valori, a dir poco, bizzarri e spesso senza reali alternative al proprio modo di vivere.

Richiesta a gran voce dal pubblico che ha potuto già conoscerla proprio a Osoppo, torna una delle giovani compagnie più applaudite sulla scena teatrale contemporanea, “Stivalaccio teatro”, a cui è affidato il compito di chiudere in bellezza la stagione dei grandi nomi, il 29 febbraio, stavolta con “Arlecchino furioso”. L’Amore, quello con la “A” maiuscola, è il motore di un originale canovaccio costruito secondo i canoni classici della Commedia dell’Arte. Un Amore ostacolato, invocato, cercato, nascosto e rivelato, ma soprattutto un Amore universale, capace di travalicare i confini del mondo.

 

L’anteprima

Come anticipato, chi non potesse attendere il via ufficiale della stagione di “Eureka 10”, potrà godersi una divertente anteprima già a partire da luglio con un nuovo spettacolo di Anà-Thema Teatro che sarà in tournée in diverse piazze della regione e non solo. “La macchina del tempo”, questo il titolo, debutterà ufficialmente il 18 e il 19 luglio a Casa Cavazzini a Udine, per poi proseguire nella suggestiva Grotta Gigante di Trieste (24 e 25 luglio) e proseguendo poi il suo tour a Gorizia, Venzone (Ud), Cimolais (Pn), Commezzadura (Tn) e Lestans (Ud).

Per l’attesissimo spettacolo estivo della compagnia di casa a Osoppo, stavolta il pubblico verrà trasportato in un divertente viaggio nel tempo, è proprio il caso di dire, con una guida d’eccezione, Leonardo Da Vinci. A lui il compito di traghettare gli spettatori alla scoperta di grandi personaggi della storia e dei loro racconti, passando da Elisabetta I a Cleopatra, da Cristoforo Colombo a Einstein, dall’uomo primitivo a Nerone, solo per citarne alcuni.

 

I tesori del territorio

Ricca anche la stagione dei “Tesori del territorio”, il cartellone nel cartellone che Anà-Thema vuole dedicare, sempre a Osoppo, ai protagonisti di queste terre e alla marilenghe e che, stagione dopo stagione, riscuote sempre più apprezzamento e interesse da parte di un pubblico variegato. Si parte il 14 marzo con “Il miedi par fuarce” proposto dalla compagnia “El Tendon”, per proseguire il 28 marzo con “Angela” e la compagnia “Drin e Delaide”. I “Sot la nape” proporranno invece, il 18 aprile, “News in the gnot”, mentre il 2 maggio “La Pipinate” presenterà “Non sta viarzi chel armar”. Chiude il cartellone dei “Tesori del territorio”, il 16 maggio, lo spettacolo “Provaci ancora Todero” della compagnia “Arc di San Marc”.

 

Il “Teatro da leggere” e gli altri immancabili appuntamenti lungo tutto l’anno

Apprezzata dal pubblico, torna a Osoppo la formula dell’abbinamento libri-teatro con “Teatro da leggere”. Per “Eureka 10”, però, al posto di brevi presentazioni di libri prima di ogni spettacolo, Anà-Thema proporrà un vero e proprio programma di appuntamenti che costituiranno una stagione vera e propria stagione di serate in cui verranno presentate novità editoriali di autori del territorio. Un modo per conoscere nuovi talenti o incontrare dal vivo scrittori già affermati.

Non mancheranno, infine, i tanti appuntamenti previsti nel capoluogo friulano come l’ormai tradizionale, “Casa di Babbo Natale”, lo spettacolo degli orrori per Halloween, l’imperdibile “Capodanno a teatro”, così come le “Cene con delitto” oltre ai tanti pomeriggi dedicati ai più piccoli con il programma di “Favole a merenda”.

 

La campagna abbonamenti si apre da mercoledì, 17 luglio, e si potrà acquistare l’abbonamento alla biblioteca di Osoppo (via Cerere 2) il lunedì e il mercoledì dalle 14.30 alle 18.30, il martedì e il venerdì dalle 8.30 alle 12.30 (tel 0432975627). Oppure si potrà prenotare l’abbonamento telefonando direttamente ad Anà-Thema Teatro al numero 3453146797 (info@anathemateatro.com o consultare il sito www.anathemateatro.com).

La stagione di “Eureka 10” a Osoppo e gli spettacoli a Udine sono stati resi possibili grazie al contributo della Regione Fvg, della Fondazione Friuli e del Comune di Osoppo, oltre alla collaborazione del  Comune di Udine e dei Civici Musei del capoluogo friulano.

Commenta con Facebook