Pontebba attende un nuovo medico e il Comune mette a disposizione un alloggio

Scade venerdì 17 settembre il bando, pubblicato dall’Azienda Sanitaria Friuli Centrale e consultabile sul sito della Regione, per la copertura del posto vacante del medico di medicina generale che garantisce il servizio nel comune di Pontebba ed anche di Dogna e Chiusaforte.

Dopo il pensionamento del dottor Tomat lo scorso 31 dicembre, si sono già succeduti due medici in sostituzione temporanea. Ora con il pensionamento a fine ottobre del Dottor Toffoli  ,secondo medico che presta servizio anche a Malborghetto, c’è il rischio che alcune migliaia di cittadini di 4 comuni restino senza un riferimento sanitario certo.

“Il Comune di Pontebba in questi mesi ha costantemente mantenuto i contatti con l’Azienda Sanitaria e con il direttore del distretto sanitario Dottor Turello, evidenziando la preoccupazione e la necessità di dare ai cittadini di questo territorio una figura di riferimento stabile – dice il sindaco Ivan Buzzi -. Purtroppo la carenza dei medici di medicina generale è un tema comune in molti territori della regione e non solo”.

Il sindaco rivolge così un appello, invitando chi potrebbe essere interessato ad aderire al bando in scadenza. “Sicuramente la nostra zona è interessante, il posto messo a bando eredita il massimo dei pazienti previsti per legge, la zona è facilmente raggiungibile e ben collegata anche grazie all’autostrada – aggiunge Buzzi -. L’ambulatorio a Pontebba è posizionato all’interno del nuovo centro salute territoriale e le attività si svolgono in stretta collaborazione con il personale infermieristico territoriale. Inoltre il Comune, per andare incontro a chi potrebbe assumere l’incarico, mette a disposizione del medico un alloggio, eventualmente anche di dimensioni sufficienti al trasferimento della famiglia del futuro medico. Spero – conclude il sindaco – che qualcuno si faccia avanti. Un bando è andato deserto già in primavera, non possiamo certamente pensare a sostituzioni temporanee o soluzioni tampone. La nostra comunità è pronta ad accogliere il nuovo medico di medicina generale a braccia aperte. Speriamo che nei prossimi giorni arrivino le risposte che attendiamo”.