Polizia Ferroviaria provinciale impegnata nel mantenere elevati standard di sicurezza

La Polizia Ferroviaria della provincia di Udine nella giornata dello scorso 9 gennaio è stata impegnata nell’ operazione “Rail Safe Day”, finalizzata a mantenere elevati standard di sicurezza in ambito ferroviario.

L’attività è stata predisposta dal Servizio di Polizia Ferroviaria del Ministero dell’Interno ed è stata svolta effettuando mirati servizi di prevenzione e repressione al fine di impedire il verificarsi di comportamenti anomali ed impropri, quali l’indebita presenza di persone sulle linee ferroviarie, l’incauto attraversamento dei binari, con grave pericolo per gli utenti dei mezzi ferroviari.
Nel servizio sono stati impiegati 40 operatori appartenenti alla Sezione Polizia Ferroviaria di Udine e ai Posti Polfer di Cervignano, Gemona e Tarvisio, che hanno controllato complessivamente 29 obiettivi, tra stazioni ferroviarie, passaggi a livello, treni e altri siti sensibili, anche in riferimento ai luoghi in cui è maggiormente riscontrata questa criticità.

Si è cercato di arginare il dilagante fenomeno giovanile dei selfie in situazioni di pericolosità estrema. Durante l’effettuazione dei servizi sono state identificate e controllate 35 persone. I servizi si ripeteranno a campione in date e luoghi scelti occasionalmente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *