Politiche 2022, per il PD capolista in Fvg Debora Serracchiani, Celotti sindaco di Treppo Grande all’uninominale

Con 3 voti contrari e 5 astenuti la Direzione nazionale del Partito Democratico, riunita al Nazareno, ha approvato nella notte le liste per le candidature in vista delle prossime elezioni.

Il segretario del Pd Enrico Letta sarà candidato come capolista alla Camera in Lombardia e Veneto. È quanto si apprende da fonti Dem, mentre Carlo Cottarelli sarà capolista al Senato a Milano e il professore e microbiologo Andrea Crisanti sarà capolista in Europa.

Tra le candidature in lizza ci saranno anche 4 giovani under 35 indicati come capolista. Sono: Rachele Scarpa, Cristina Cerroni, Raffaele La Regina, Marco Sarracino. Fonti del Pd assicurano che è stata rispettata la parità di genere nella composizione dei candidati nelle liste.

IN FRIULI VENEZIA GIULIA

Debora Serracchiani, già governatore del Friuli Venezia Giulia e capogruppo uscente del Pd alla Camera dei Deputati, sarà capolista nel proporzionale per Montecitorio, sia in Fvg sia in Piemonte. Sempre al proporzionale al secondo posto il segretario regionale Cristiano Shaurli.

Per quanto riguarda i tre collegi uninominali, come ha reso noto il già segretario regionale del Pd Salvatore Spitaleri, scelte tre donne che hanno meno di 40 anni:

per il collegio Pordenone – Alto Friuli: Gloria Favret , avvocato e amministratrice comunale a Cordenons, impegnata da sempre nel volontariato sociale, presidente assemblea provinciale PD PN,

per il Collegio di Udine, Manuela Celotti, sindaca di Treppo Grande, lunga esperienza nella Caritas di Udine, esperta in tematiche socio-sanitarie,

per il collegio di Trieste – Gorizia, Caterina Conti , ora segreteria provinciale PD Trieste, una profonda conoscenza dei temi dell’istruzione, maturata tra ricerca universitaria e esperienza nazionale.

Capolista al Senato nel proporzionale sarà l’uscente Tatjana Rojc mentre Furio Honsell sarà candidato all’uninominale di Palazzo Madama

IL COMMENTO DEL SEGRETARIO REGIONALE SHAURLI

“Un percorso non facile ma serio ha portato il Pd a essere il primo partito che chiude le liste dei candidati alle politiche. Molte donne preparate e radicate sul territorio in Friuli Venezia Giulia: capolista sono le parlamentari uscenti, con la conferma del ruolo nazionale di Debora Serracchiani e il rilievo dato dal partito alla rappresentanza della minoranza slovena e soprattutto alle relazioni internazionali del Fvg ben rappresentate da Tatjana Rojc. Il secondo posto certo difficilissimo a Camera e Senato al segretario e al vicesegretario regionale che giustamente devono mettersi a disposizione, e altri candidati che rappresentano rinnovamento e radicamento in tutto il territorio sul proporzionale, disegnano una cornice forte: ora al lavoro per battere la destra”.

Lo dichiara il segretario regionale Pd Fvg Cristiano Shaurli, all’esito della direzione nazionale del partito che ieri sera ha chiuso le liste dei candidati.

“Nelle sfide uninominali – aggiunge il segretario dem – schieriamo un tridente ‘rosa’, giovane e assai motivato, di cui sono davvero orgoglioso, con l’amministratrice Gloria Favret a Pordenone, la sindaca Manuela Celotti a Udine, e la segretaria provinciale dem Caterina Conti a Trieste/Gorizia. La candidatura di Furio Honsell all’uninominale del Senato, in accordo con gli alleati, valorizza chi ha governato e innovato per 10 anni la capitale del Friuli, è conosciuto nell’intera regione ed insieme a noi fa efficace opposizione in Consiglio regionale.

“Il taglio dei parlamentari ha imposto scelte dolorose ovunque ma – precisa Shaurli – il compito che ci aspetta fino al 25 settembre è più grande dei destini personali.