Pasquetta a Stavoli di Moggio in attesa del ripristino della teleferica

Una Pasquetta da vivere a Stavoli di Moggio Udinese.

Questa la proposta dell’Associazione Amici di Stavoli, presieduta da Alice Missoni, con vice Giuseppe Gallina e segretario Riccardo Missoni.

La teleferica

Stavoli è raggiungibile solo a piedi o dagli anni ’60 attraverso una teleferica, di proprietà del Comune e gestita, su delega della stessa Amministrazione, da qualche volontario del posto.

Lo erano Gianni Franz, vittima di una caduta fatale a metà settembre del 2017 mentre stava percorrendo il sentiero 417 che collega Campiolo a Stavoli, e Piero Zilli, tragicamente scomparso lo scorso 10 giugno proprio mentre stava operando sulla teleferica, che da quel momento è diventata inutilizzabile per dare la possibilità alla magistratura di svolgere le indagini e poi, una volta accertata la mancanza di responsabilità da parte di terzi, per la necessità di ammodernarla, essendo vecchia e obsoleta.

L’elicottero atterra a Stavoli

Un bel problema per chi a Stavoli ha una casa; nella frazione, infatti, non ci sono residenti (un tempo qui vivevano 200 famiglie), ma non manca chi ha un’abitazione dove trascorrere qualche giorno o ora in tranquillità.

Dal luogo dove si lascia l’auto, ci vuole poco più di un’ora a piedi per raggiungere Stavoli, ma diventa un problema portare materiale particolarmente pesante; chi è obbligato, deve così utilizzare l’elicottero, con i costi che tutti possono immaginare.

Alice Missoni e Giuseppe Gallina con l’atto costitutivo dell’associazione

Il Comune di Moggio Udinese (“Che ci sta dando una grossa mano”, dice il vicepresidente Gallina) ha quindi invitato gli interessati a costituire un’associazione di promozione sociale per gestire la teleferica e quindi anche per richiedere contributi.

Ecco che allora l’associazione Amici di Stavoli, costituitasi a febbraio, propone un’iniziativa, in programma lunedì 22 aprile, ideata proprio per far conoscere meglio questo piccolo angolo dell’Alto Friuli. Così alle 11 ci sarà la Santa Messa nella chiesetta del Sacro Cuore di Gesù, alle 12.30 una pastasciutta per tutti e a seguire la tradizionale benedizione delle abitazioni; il rientro è previsto alle 15.

Nell’occasione ci sarà la possibilità di effettuare un volo in elicottero, con partenza dalla piazzola per l’atterraggio alle 10. Per prenotare il volo contattare entro domenica 14 aprile Alice Missoni al 3488671264, Giuseppe Gallina al 3479516060 e Riccardo Missoni al 3315885464.

Commenta con Facebook