Ovaro, partiti i lavori per la riapertura della SR 355, il Giro devierà per Luincis

Lo smottamento registrato giovedì lungo la strada regionale 355 a Ovaro ha portato Fvg Strade a chiudere il tratto in entrambi i sensi di marcia, deviando le auto e i bus per la strada comunale di Entrampo e Luincis, con rientro ad Ovaro attraverso il ponte di San Martino.

Si tratta di un vasto cedimento della sede stradale scoperto da alcuni automobilisti di passaggio, che hanno dato l’allarme, tra le località di Chialina e Baus. Per fortuna nessuno si è fatto male. Sul posto sono arrivati subito i vigili del fuoco, Fvg Strade, i carabinieri e il vicesindaco Lorenzo Linda. Il terreno è sprofondato, per circa un metro, creando un vasto avvallamento. Fratture evidenti non solo sulla carreggiata ma anche nel giardino di una casa: due abitazioni sono state evacuate in via precauzionale.

Sono già iniziati i lavori di disgaggio lungo il versante; si lavora velocemente per poter consentire la ripresa il prima possibile del traffico pesante diretto in Cadore, in partenza e arrivo dalla cava di Entrampo e dallo stabilimento Goccia di Carnia.

Nessun pericolo per il passaggio del Giro d’Italia che il 26 maggio, in occasione della San Candido-Piancavallo, transiterà in Carnia proprio lungo la Val Degano, di concerto con l’organizzatore delle tappe friulane Enzo Cainero, è stato deciso di deviare i corridori sempre lungo la strada comunale di Luincis, con rientro ad Ovaro dal ponte di San Martino, confermata anche la sosta della carovana del Giro ad Ovaro, tranne che per alcuni messi di altezza superiore all’arco del ponte della strada comunale che verranno deviati verso Ravascletto con rientro sul tracciato di gara da Tolmezzo.

Commenta con Facebook