Ovaro, sette consiglieri di maggioranza accusano il sindaco e si dimettono anche loro

Proponiamo la nota inviataci dai consiglieri di maggioranza del Comune di Ovaro Jessica Miriam Cimador, Marco De Prato, Fernanda Di Vora, Luca Lucchini, Simone Micoli, Sonia Soravito e Pietro Tacus dopo l’annuncio delle dimissioni da parte del sindaco Mario Cattarinussi.

 

Facendo seguito alle dimissioni rassegnate dal Sindaco Mario Cattarinussi in data odierna, contestando integralmente quanto dallo stesso riportato con riferimento ad “alcuni componenti  della Giunta”, perché infondato, ci vediamo costretti a rendere noto quanto realmente accaduto dal  giorno dell’insediamento della lista FuturOvaro, avvenuto il 26 maggio 2019, posto che Mario  Cattarinussi si è ben guardato dal farlo.
Evidenziamo sin d’ora che quanto verrà di seguito rappresentato è comprovato da elementi oggettivi ed inconfutabili.
A decorrere dal giorno successivo al primo Consiglio Comunale, tenutosi il 12 giugno 2019, il Sindaco Mario Cattarinussi ha iniziato con cadenza settimanale a comunicarci che avrebbe rassegnato le  proprie dimissioni, dichiarandosi “stufo” per i continui attacchi sferzati da tutta la minoranza in Consiglio Comunale, mediaticamente (quotidiani e social) nonché mediante interrogazioni, interpellanze e mozioni depositate in Comune, dicendoci che non ce la faceva più a sopportare le pressioni della minoranza stessa, che gli compromettevano il suo equilibrio psicofisico.
E’ iniziato per tutti noi un vero e proprio calvario. Con senso di responsabilità, comprensione e solidarietà da subito abbiamo sostenuto il Sindaco sia moralmente che umanamente, occupandoci altresì di tutte le attività per cercare di alleviarlo, sostituendoci anche alle attività che lo stesso avrebbe dovuto porre in essere. Ogni volta con tanta fatica siamo riusciti a scongiurare “le immediate dimissioni” sperando che sarebbero state le ultime. Invece, la settimana successiva si ripresentava la stessa situazione e noi, come sempre, accorrevamo per consolarlo, confortarlo, sostenerlo concretamente e non solo.
E tutto ciò si è ripetuto con cadenza sistematica e periodica, sino a venerdì scorso 22 novembre 2019, quando, per l’ennesima volta e all’improvviso, il Sindaco ci rendeva edotti di questa sua imminente volontà.
Pur capendo lo stato emotivo del Sindaco provocato dagli attacchi delle minoranze sedute in Consiglio Comunale (come da lui stesso sempre sostenuto), deve essere chiaro che queste sue continue crisi, incertezze e “colpi di mano” ci hanno destabilizzato, hanno destabilizzato la Giunta e il nostro operato. Per non parlare del nostro stato d’animo.
Non corrisponde pertanto assolutamente al vero quanto rilevato dal Sindaco nella nota relativa alle proprie dimissioni. Per contro, è stato proprio il Sindaco, in maniera irresponsabile, a venir meno a tutti gli impegni assunti nei confronti di tutti i cittadini nonchè di tutti noi che lo abbiamo sempre sostenuto, supportato e incoraggiato.
Sono inaccettabili, quindi, simili dichiarazioni, tenuto conto, fra l’altro, che il Sindaco apertamente ci ha sempre comunicato i suoi pesanti problemi di salute che gli impedivano di affrontare la quotidianità in Comune.
Questo “tradimento” del Sindaco, la sua mancanza di rispetto nei nostri confronti, la mancanza di riconoscenza per il lavoro da noi svolto in suo favore, una versione volutamente distorta dei fatti realmente accaduti, fanno venire meno qualsivoglia fiducia nei suoi confronti, determinando, quale causa, le nostre immediate dimissioni che qui formalmente rassegnamo.
Doverosamente sottolineiamo, per completezza, che il Sindaco Mario Cattarinussi era ben a conoscenza, sin dall’inizio, che era nostra ferma intenzione rispettare il programma elettorale per il quale siamo stati eletti; era nostra ferma intenzione non scendere ad alcun tipo di compromesso qualora le leggi vigenti non lo avessero consentito; ed era nostra ferma intenzione svolgere senza indugio tutti i compiti per i quali siamo stati eletti a beneficio dell’intera comunità.
Purtroppo, quanto posto in essere dal Sindaco Mario Cattarinussi, dal giorno successivo al proprio insediamento sino ad oggi, ha determinato questo epilogo, di cui siamo profondamente rammaricati e delusi.
Pensavamo, infatti, di aver di fronte tutt’altra persona, ben altro uomo.

Commenta con Facebook