Osoppo, l’opposizione all’attacco sulla aviosuperficie di Rivoli

“Ancora una volta si passa sulla “testa” senza consultare i cittadini. Ancora una volta gli abitanti di Rivoli sono costretti a subire ulteriori rischi per la loro salute. Non è stata ancora costruita la rotonda che farà aumentare il traffico pesante a ridosso delle case che, un’altra tegola incombe sui residenti di Rivoli e sulle centinaia di persone che gravitano nella zona industriale di Rivoli”.

Municipio_di_OsoppoI consiglieri comunali dei gruppi di minoranza del Comune di Osoppo ( Cumò Par Doman-Ora Per domani e Movimento 5 stelle) informano con una nota i cittadini che in data 11 ottobre 2016 durante la seduta del Consiglio Comunale è stata discussa e poi approvata, con i voti contrari dell’opposizione, l’adozione della variante n.14 al Piano Regolatore riguardante l’avio superficie di Rivoli.

L’area, destinata alla pratica del volo amatoriale, attualmente presenta, come la quasi totalità delle avio superfici presenti in Italia, una pista con manto erboso e le informazioni per i piloti, con riferimento all’aviosuperficie di Rivoli di Osoppo, richiamano l’attenzione sul “forte traffico di alianti” e alla “linea elettrica in testata”.

La variante , richiesta dalla società AVRO s.r.l. – con sede in Osoppo prevede:

– l’allargamento della pista che passa dai m. 12 attuali ai m 18 previsti, viene mantenuta la lunghezza di m 800

– l’asfaltatura della pista e delle aree di connessione per una superficie complessiva di mq 20.000

“Siamo preoccupati che queste modifiche oltre a rendere impermeabile il terreno, portino ad un aumento incontrollato del traffico aereo e quindi un aumento generalizzato dei rischi – spiegano i consiglieri di opposizione – I rischi sono innumerevoli, ne elenchiamo alcuni.

  • Adiacenti alla pista ci sono almeno 2 impianti siderurgici a forte rischio incendio, chimico e non solo. A tal proposito ricordiamo che l’ultimo incidente ha avuto come protagonista un aereo caduto vicino alle vasche contenti prodotti chimici e a qualche centinaia di metri dell’altoforno. Inimmaginabili le conseguenze per tutto il comprensorio e non solo per il comune di Osoppo se un aereo dovesse cadere per esempio sull’ impianto di formaldeide.
  • La presenza della “linea elettrica in testata” costringe i piloti a delle virate inconsuete e quindi i fattori di rischio aumentano.
  • Non è giustificabile che gli abitanti di Rivoli, perché vicini ad una zona industriale, debbano sobbarcarsi altro rumore.

La variante approvata ha inoltre un impatto significativo anche dal punto di vista ambientale:

  • consente di asfaltare un’area enorme che disterà soli m 20 dalla Zona Speciale di Conservazione ZSC (ex SIC) ed è davvero singolare che per la variante si faccia riferimento alla Legge Regionale 21/2015 che tratta delle “Disposizioni in materia di varianti urbanistiche di livello comunale e contenimento del consumo di suolo”, mentre con questa opera il consumo di suolo aumenta considerevolmente.
  • l’area dista solo km 5 dalla riserva del Lago di Cornino e come messo in evidenza nella relazione di verifica d’incidenza, un significativo aumento del traffico di velivoli nell’area della ZSC si potrebbe tradurre in un maggior disturbo nei confronti di alcune specie di rapaci presenti.

“L’iter della variante prevede altri passaggi burocratici – concludono le minoranze del comune di Osoppo –  e noi intendiamo vigilare e opporci con fermezza”.