Oltre 200.000 ingressi sulle piste di sci Fvg nelle festività natalizie

“Sono oltre 200mila gli ingressi registrati da PromoTurismoFVG sulle piste da sci del Friuli Venezia Giulia durante le festività natalizie, dal 23 dicembre al 7 gennaio. Nei sei poli di Forni di Sopra/Sauris, Piancavallo, Sappada/Forni Avoltri, Sella Nevea, Tarvisio e di Ravascletto/Zoncolan gli sciatori sono cresciuti in media del 26 per cento rispetto all’anno scorso, con 42 mila persone in più che hanno scelto gli impianti regionali”. È quanto comunica l’assessore regionale alle Attività produttive e Turismo, Sergio Emidio Bini.
“Un chiaro segnale dell’attrattività turistica del nostro territorio – ha rimarcato Bini -, frutto di investimenti mirati e di un’attenta valorizzazione dei poli montani. Mai come quest’anno abbiamo deciso di puntare sulla qualità delle piste e su prezzi altamente competitivi, i più bassi di tutto l’arco alpino. Una strategia ampiamente premiata dai turisti, sia in termini di skipass staccati (cresciuti del 26 per cento durante il periodo natalizio rispetto al 2021), sia in termini di passaggi registrati sulle piste (cresciuti del 14 per cento durante le vacanze natalizie sempre rispetto al 2021)”. In aumento anche gli incassi di PromoTurismoFVG, che gestisce gli impianti: soltanto durante le vacanze natalizie sono stati pari a circa 3 milioni e 800 mila euro, in crescita di oltre il 15 per cento rispetto alla scorsa stagione.
I poli montani si preparano ora ad ospitare le gare del Festival olimpico invernale della gioventù europea, Eyof 2023, in programma dal 21 al 28 gennaio. “Tra meno di due settimane, Eyof accenderà i riflettori internazionali sulla montagna del Friuli Venezia Giulia, portando in regione migliaia di giovani talenti dello sport. Già la scorsa settimana le nostre piste sono state tenute a battesimo dalle campionesse italiane della nazionale di sci alpino Marta Bassino e Federica Brignone, che hanno scelto il Friuli Venezia Giulia per i loro allenamenti, proprio in virtù della qualità degli impianti. Eyof 2023 sarà l’occasione per dimostrare l’attrattività e l’offerta di alto livello della nostra montagna, in un contesto transfrontaliero ed europeo che non ha eguali”, ha rimarcato l’assessore.

(nella foto un’immagine dello Zoncolan)