Nuova sede per la B.eng di Tolmezzo

B.eng (Bearzi engineering) cresce, e si espande su di un’area più ampia. L’azienda carnica (14 dipendenti, 2,5 milioni il fatturato), impegnata nel settore dell’illuminazione automotive per vetture di alta gamma, ha lasciato la storica sede di via Carducci, a Tolmezzo, per trasferirsi in una nuova, ubicata nella zona industriale del capoluogo carnico, divenendo così una delle ultime insediate del Carnia Industrial Park. L’impresa ha trovato spazio in un plesso di circa 1.200 metri quadrati appartenenti al capannone ‘ex Sermet’, sito in via degli Artigiani, recentemente ristrutturato e rammodernato. Il taglio del nastro: questa mattina alla presenza del fondatore, Giovannino Bearzi; del figlio Matteo; e di Danilo Farinelli, direttore del Carnia Industrial Park (nella foto allegata).

«Eravamo dislocati su due sedi diverse, seppur vicine, una destinata alla produzione e l’altra riservata agli uffici – afferma Giovannino Bearzi -. Una situazione scomoda, tanto che abbiamo deciso di riunire tutto sotto un unico tetto. Questo anche per motivi di immagine:  molto spesso ospitiamo clienti dalle note case automobilistiche, attenti anche alla forma ed al dettaglio».

«Il nostro è un mercato di nicchia – proseguono i Bearzi -, abbiamo però intenzione di ampliare la produzione. Ed è naturale, quindi, che esista la necessità di farlo in spazi adeguati, per organizzare una linea produttiva basata sulle nostre esigenze». L’azienda tolmezzina si è trasferita nei nuovi spazi con un contratto di locazione di lungo periodo sottoscritto con il Carnia Industrial Park.

Mario Gollino, presidente del Carnia Industrial Park: «Siamo lieti di accogliere e dare il benvenuto a questo nuovo insediamento nel parco. B.Eng è una realtà in crescita, che ci ha presentato un piano di sviluppo dalle grandi potenzialità, con ricadute occupazionali nel medio termine, importanti, sia dal punto di vista quantitativo che qualitativo. Crediamo nello sviluppo di questo territorio e continueremo a sostenere i percorsi di crescita e di nuovo insediamento delle imprese».

B.eng, in virtù delle sue competenze è in grado di realizzare dispositivi illuminanti dotati delle massime tecnologie a disposizione. L’azienda, caratterizzata dal nuovo claim “The Light Makers”, annovera commesse per vetture – ‘pezzi unici’ -,  da: FerrariApollo IEItaldesign ZerounoPagani Huayra BC e Lamborghini Sesto Elemento.

Commenta con Facebook