Noleggiano auto di lusso e tentano la fuga, fermati dalla Polstrada lungo la A23

La Polizia stradale, nell’ambito dei controlli volti a reprimere il fenomeno delle autovetture di alta gamma esportate illecitamente all’estero, nella tarda mattinata di sabato 17 settembre ha individuato e fermato sull’autostrada A23 due autovetture di grossa cilindrata immatricolate in Italia e di proprietà di una società di noleggio.

Gli agenti delle sottosezioni di Amaro e Palmanova, insospettiti dal fatto che alla guida dei mezzi vi erano due conducenti stranieri non residenti in Italia, che hanno esibito un contratto di noleggio apparentemente non regolare, hanno avviato alcuni accertamenti scoprendo che i veicoli erano oggetto di ricerche per il reato di appropriazione indebita. Le due potenti autovetture di recentissima immatricolazione, una Jaguar modello F-Type e una Mercedes GLC, erano state concesse in locazione a chi non aveva poi onorato il pagamento delle rate omettendone anche la restituzione alla società di noleggio.

Il controllo e le successive verifiche hanno perciò permesso il recupero dei due mezzi che si stavano dirigendo verso il confine di Stato per poi far perdere le loro tracce. Nei confronti dei due conducenti è scattata la denuncia per ricettazione e le due autovetture di alta gamma, del valore di 100.000 e 80.000 euro, sono state sequestrate.

Durante la notte di domenica 18, invece, da un controllo stradale in A/4 nei confronti di un autotrasportatore estero presso l’area di servizio di Gonars, è emerso che il conducente dell’est Europa doveva scontare un periodo di reclusione in carcere in ottemperanza di un’ordinanza di ripristino dell’ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Gorizia. Al termine degli accertamenti e della notifica del provvedimento, l’uomo è stato condotto nella casa circondariale di Udine per espiare la pena.