Musica, Simone Piva ospite a Radio Studio Nord

Nuovo album e un nuovo mini tour per Simone Piva & i Viola Velluto, fra i gruppi friulani più attivi nel contesto artistico musicale locale e nazionale.

Sabato 25 maggio uscirà ufficialmente “Fabbriche, povere e un campanile nel mezzo”, il quinto album della band, prodotto da Toks Records e Music Force e distribuito da Egea Music.
E quale modo migliore per i “bandidos” friulani per presentare il nuovo progetto se non quello di farlo live sul palcoscenico.
Proprio sabato 25 maggio Simone Piva & i ViolaVelluto inaugureranno un mini tour di tre date, con il concerto all’Astro Club di Fontanafredda. Seguiranno poi le date del 14 giugno al Parco Braida di Cividale del Friuli e quella del 22 giugno a Arcore (MI) per l’Arcore Music Festival.

Simone Piva scrive canzoni da sempre. Nel 2008 crea il progetto rock “Simone Piva & i Viola Velluto” con cui ha inciso cinque album distribuiti in tutta Italia. Si è esibito su prestigiosi palchi italiani assieme a vari artisti (tra cui Nada, Zen Circus, Tre Allegri Ragazzi Morti, Morgan) ed è stato invitato a Parigi al Petit Théâtre du Bonheur.
Ha partecipato a varie trasmissioni televisive e radiofoniche nazionali ed è tra i protagonisti del film documentario “Ai Confini del Rock” distribuito in tutta Europa.

È stato inoltre menzionato dagli scrittori Alberto de Poli e Matteo Strukul nei loro rispettivi libri “Incubi a Nordest” e la “Regina Nera, la Giustizia di Mila” per collezione Sabot/Age 2013.

Simone Piva & i Viola Velluto sono: Simone Piva (voce/chitarre), Federico Mansutti (trombe), Luca Zuliani (contrabbasso), Alan Liberale (batteria/percussioni), Francesco Imbriaco (piano/tastiere/cori). Hanno partecipato al nuovo album anche Tony Longheu (chitarre), Michele Pirona (chitarre) e Davide Raciti (violino).

Simone Piva (nella foto) è stato ospite nella puntata odierna di “RadioAttiva“, la trasmissione di Radio Studio Nord condotta da Cristian Comelli in onda da lunedì al venerdì dalle 10 alle 12.
Proponiamo il podcast e il video.

Commenta con Facebook