Moretti (Pd): «Sulla graduatoria degli eventi sportivi FVG serve chiarezza su esclusi e sottofinanziati»

«Il riparto dei fondi 2021 per sostenere manifestazioni ed eventi sportivi presenta poca chiarezza e disparità di trattamento. Iniziative sostanzialmente identiche ad altre, radicate nel tempo e di alto livello sono state escluse senza un apparente motivo».

Lo afferma il capogruppo del Pd in Consiglio Regionale Diego Moretti in riferimento al riparto 2021 per le manifestazioni e gli eventi sportivi previsti all’articolo 11 della legge regionale 8 del 2003.

«Ci sono diversi aspetti che devono essere approfonditi e per questo ho presentato all’assessorato allo Sport una richiesta di accesso agli atti» annuncia Moretti secondo il quale «lasciano perplessi alcune valutazioni legate a manifestazioni perfettamente identiche dello stesso sport (finanziate diversamente), settori fortemente rappresentati, oppure mancati finanziamenti per manifestazioni che da anni venivano sostenute puntualmente. I mancati finanziamenti riguardano, a titolo di esempio (diversi se ne potrebbero citare), eventi da sempre sostenuti dalla Regione come il Trofeo Fogliano boxe (organizzato dalla Planet Fighters di Monfalcone), oppure la Staffetta 3 Rifugi di Collina Forni Avoltri (nella foto), tra le più prestigiose a livello internazionale di corsa in montagna, oppure la 48ª edizione del Giro del Friuli di ciclismo per amatori, che da anni ospita ciclisti ex professionisti».

E ancora, prosegue il capogruppo dem, «se da un lato quest’anno le condizioni legate alla pandemia hanno fatto sì che le richieste siano state 225 (a fronte delle 317 del 2020 e 370 del 2019), che diversi enti e federazioni non hanno presentato richiesta perché stanno valutando (ex lege) la possibilità di utilizzare per il 2021 i fondi 2020 non impiegati, considerato che lo stanziamento regionale è stato dimezzato rispetto al 2020, restano tuttavia forti interrogativi sul riparto, che vanno chiariti anche per dare risposte chiare agli esclusi anche con punteggi importanti. L’auspicio è che, con il prossimo assestamento di bilancio, si proceda con un ulteriore stanziamento che parifichi almeno i fondi del 2020».

Commenta con Facebook