Metalmeccanici, nuovo sciopero e manifestazione in regione il 10 giugno

Dodici ore di sciopero tra maggio e giugno, con uno stop di un’intera giornata e manifestazioni di carattere regionale, che in Friuli Venezia Giulia sono in programma venerdì 10 giugno. Questa la decisione presa dalle segreterie nazionali dei sindacati metalmeccanici Fiom-Cgil, Fim-Cisl e Uilm-Uil al termine dell’incontro con Federmeccanica.

«Anche nell’incontro di ieri – queste le parole dei segretari generali Maurizio Landini (Fiom), Marco Bentivogli (Fim) e Rocco Palombella (Uilm) – Federmeccanica ha ribadito le proprie posizioni, impedendo così l’avvio di un vero negoziato. Si sta così mettendo in discussione contemporaneamente il modello contrattuale, fondato su due livelli contrattuali, e il ruolo e del contratto nazionale quale reale strumento di tutela dei salari e dei diritti di chi lavora». Dopo sei mesi di trattativa, si legge ancora nella nota delle segreterie nazionali, «Federmeccanica è ferma di fatto sullo stesso schema, secondo il quale Ccnl non riconosce più alcun aumento salariale alla stragrande maggioranza della nostra categoria e addirittura penalizza chi in questi anni ha svolto la contrattazione nei luoghi di lavoro».

Da qui il nuovo pacchetto di 12 ore di sciopero, dopo quelle di marzo e aprile, culminate nello sciopero di 4 ore del 20 aprile scorso, che ha fermato molte fabbriche della regione. Previsto inoltre il blocco degli straordinari il 28 maggio e l’11 giugno, oltre alla già citata manifestazione, le cui modalità, oltre alla sede, verranno decise la prossima settimana dai segretari regionali Maurizio Roccasalva (Fiom), Sergio Drescig (Fim) ed Ezio Tesan (Uilm).

Tornano quindi a salire i toni della protesta nel settore, sulla scia di una stagione contrattuale quanto mai difficile, che sta vedendo aumentare l’intensità della mobilitazione in tanti comparti. Ne sono testimonianza i recenti scioperi della scuola (venerdì 20 maggio), quello odierno del pubblico impiego e ancora quello della grande distribuzione, in programma sabato (28 maggio), per un totale di oltre 80mila lavoratori coinvolti in Fvg tra lo scorso e il prossimo weekend, senza considerare i 40mila dipendenti delle aziende aderenti a Federmeccanica interessati dallo sciopero del 10 giugno.

Commenta con Facebook