Maltempo: isolate la Val Degano e Sappada

Ancora grossissimi problemi a causa della pioggia e delle fortissime folate di vento in Carnia.

La Val Degano è di fatto isolata: la sr 355 è chiusa infatti per frane fra Villa Santina e Ovato e fra Forni Avoltri e Sappada. La vallata non è raggiungibile nemmeno da Raveo (attraverso Muina) o dalla Val Calda, essendo la strada allagata a Ravascletto, con alberi sulla strada a Cercivento.

Sappada al momento (ore 18.45) non è raggiungibile né dal versante veneto né da quello friulano.

Sotto il punto della situazione della Protezione Civile alle ore 18.

SITUAZIONE
L’approfondimento del minimo depressionario sul Mar Ligure ha provocato un deciso incremento del flusso di correnti meridionali a tutte le quote, con raffiche che sulla costa hanno già toccato i 70-80 km orari, mentre in quota si sono superati i 100/120 km orari. Nelle ultime 3 ore sono stati registrati su Alpi e Prealpi Carniche da 30 a 80 mm di pioggia, su Alpi e Prealpi Giulie 20-30 mm, valori quasi trascurabili invece su gran parte della pianura e della costa. Sulla costa, a causa dell’incremento anticipato delle forti correnti sciroccali, si è già osservata acqua alta, specie a Grado.

EVOLUZIONE
Nelle prossime 10 ore, con l’avvicinamento del fronte freddo alle Alpi orientali e lo spostamento del minimo barico sulla Baviera, è atteso un ulteriore incremento del flusso molto umido sciroccale.Tale flusso determinerà piogge più intense e persistenti su Alpi e Prealpi Carniche, dove sono attesi, entro la mezzanotte, ulteriori 150- 200 mm e con i possibili temporali, localmente valori più elevati, fino a 300 mm. Su bassa pianura e costa le piogge saranno intermittenti e più moderate. In serata il vento di Scirocco probabilmente si intensificherà decisamente e sono attese raffiche superiori ai 100 km orari sulla costa e 150 km orari sulla zona montana in quota. Il fronte principale dovrebbe passare appena dopo la mezzanotte, con piogge e temporali diffusi anche su pianura e costa e vento in rotazione a Libeccio, in successiva relativa attenuazione.

Forni di Sotto

EFFETTI AL SUOLO
Allagamenti segnalati a Sutrio, Aquileia, Verzegnis loc. Villa, Cercivento, Ravascletto, Chiusaforte, Carlino.
Caduta alberi a Vito d’Asio, Lusevera, Forgaria nel Friuli loc. Cornino, a Lauco su viabilità per Vinaio e bivio Avaglio.
Caduta massi a Verzegnis loc. Chiaulis su SP1.
A Sutrio in via monte Zoncolan è esondato un rio.
A Cercivento segnalata frana.
Black-out elettrici a Lauco, Sauris, Paularo.
A Ovaro continua presidio sui ponti Miozza, Pesarina e Degano, da parte del volontari notte (Ovaro, Basiliano, Magnano, Tarcento). Interventi di sghiaiamento in corso su rio Miozza. Cedimento strada da S. Martino a Cella.
Ad Amaro sono in arrivo volontari dei gruppi comunali di Cividale del Friuli, per la notte sono stati attivati i volontari dei Comuni di Taipana, Cassacco, Povoletto e Attimis. Richiesto intervento FF.OO. per presidio viabilità su zone di cedimento stradale.
A Rigolato strada riaperta da frana ma richiusa per caduta alberi. La strada per Sappada rimane chiusa con accesso solo per soccorsi.
Strada per Vuezzis chiusa per lavori in corso.
A Forni Avoltri strada riaperta da Rigolato solo per mezzi di soccorso.
A Forni di Sotto volontari di Enemonzo stanno provvedendo al riempimento di sacchetti di sabbia per arginatura rio esondato che entra in paese.
Ad Amaro forti raffiche di vento hanno scoperchiato un capannone.
Ad Arta Terme si segnala caduta alberi, sono chiuse la strada provinciale per Paularo, la strada per Cabia, mentre la strada per Alzeri è parzialmente chiusa per caduta alberi.
A Tolmezzo si segnalano cadute alberi e tegole in centro, chiuse via Duomo, chiusa strada per Verzegnis.
A Pontebba, loc. Pietratagliata chiusa strada ex SS13 per detriti e alberi, su ordinanza del Sindaco.
A Monfalcone è stata predisposta la chiusura di Marina Julia e costiera, canale Valentinis zona porticciolo san Giusto dalle ore 17 alle ore 06 di domani, martedì 30/10/2018.
Una nuova frana ha interrotto la strada SR355 per Ovaro.
A Claut scoperchiamento parziale del tetto della scuola.
A Chiusaforte si segnala Caduta alberi Strada per Sella Nevea dopo Saletto verso Tamaroz.
I prefetti di Udine e Pordenone hanno disposto la chiusura delle scuole nei comuni delle zone di allerta FVG-A e FVG- B interessante dal maltempo.

AGGIORNAMENTO FVGS – VIABILITA’ REGIONALE E STATALE A GESTIONE REGIONALE
· SR 355 “della Val Degano” – chiusa da Villa Santina ad Ovaro; riaperta da Rigolato a Forni Avoltri; chiusa da Forni Avoltri a Sappada
· SS 52 “Carnica” – chiusa dal km 44 (galleria del Passo della Morte – loc. Forni di Sotto).
· SR 465 “della Forcella Lavardet” – chiusa al Km. 27+100 in località Osais
· SR 251 “della Valcellina” – interrotta in ambo i sensi al Km. 70+850 in località Barcis per
esondazione torrente Cellina;
· SR 552 “del passo Rest” – interrotta in ambo i sensi dopo l’abitato di Tramonti di Sopra dal Km. 23+800 in località Maleon al Km. 7+200 in locati Capristi lato Carnia.

AGGIORNAMENTO FVGS – VIABILITA’ REGIONALE LOCALE
· SR PN 60 chiusa al sottopasso ferroviario km 0+000 loc. Fiume Veneto (entrata PN)
· SR PN 27 loc. Rauscedo guado chiuso dal km 11+500 al km 13+500
· SR PN 51 loc. Cordenons guado chiuso dal km 4+000 al km 5+800
· SR PN 57 “di Campone” chiusa dal km 11+300 al km 16+500
· SR UD 40 “di Paularo” chiusa dal km 4+300 al km 4+450 loc. Arta Terme
· SR UD 73 “del Lumiei” chiusa loc. Sauris
· SR UD 123 “dello Zoncolan” chiusa
· SR UD 1 “della Val d’Arzino” chiusa dal ponte Avons a Verzegnis

SITUAZIONE FIUMI E INVASI
Il livello del fiume Meduna misurato a Pordenone a Ponte Meduna alle ore 1730 è pari a 19.81 m, in aumento e inferiore al livello di primo presidio (21 m).
E’ ancora attivo il Servizio di Piena sul Tagliamento. Attualmente il livello dell’idrometro di Venzone misurato alle ore 17.30 è pari a 3.18 m, in rialzo e sopra del livello di guardia (1.90 m).
A Latisana alle ore 17.30 si registra un valore di 4,82 in calo. Un secondo picco di piena è previso a Latisana per la tarda mattinata di martedì 30/10/2018 che dovrebbe superare di poco il primo livello di presidio (7,20).
L’invaso di Ravedis sta continuando la laminazione della piena del fiume Cellina. Alle ore 17.00 la portata complessiva scaricata dalle dighe di Ravedis e Ponte Racli è di 644,00 mc/s.

OPERATIVITA’ DELLA PROTEZIONE CIVILE SUL TERRITORIO
Sul territorio in monitoraggio e per interventi stanno operando da inizio evento 366 volontari e 102 mezzi di 72
comuni.
Sono attivi 15 Centri Operativi Comunali (COC).

Commenta con Facebook