Lupi sbranano una capra a Malga Navas di Ovaro

Brutta sorpresa questa mattina per i gestori di Malga Navas, in comune di Ovaro.

Entrando nella stalla si sono accorti che mancava una capra, mentre un’altra era ferita in più punti; uscendo ad un centinaio di metri di distanza l’hanno trovata letteralmente squartata.

Sul posto è arrivata la Forestale per i rilievi; l’ipotesi è che all’interno della stalla, recintata, siano entrati due o tre lupi ed abbiano trascinato la capra all’esterno.

Un brutto colpo per Luigino Adami, titolare dell’azienda agricola in quota che propone produzioni locali, allevando una quarantina di capre e una trentina di mucche.

“Lavori dalle 5 del mattino alle 8 di sera e poi succede questo, non puoi non restarci male, anche perché, pur se a qualcuno potrà sembrare strano, ti affezioni a questi animali – dice Daniele Candido, compagno della sorella di Luigino Adami oltre che vicesindaco di Rigolato, comune della stessa vallata -. Ho voluto rendere noto l’episodio, simile a quello avvenuto nelle scorse settimane a Lauco, allo scopo soprattutto di invitare le persone a fare attenzione. Aggiungo una considerazione: abbiamo voluto che i lupi tornassero a vivere nelle nostre montagne, bello sì, ma i risultati sono anche questi. Lo stesso discorso può essere fatto per l’orso. Bisogna valutare bene pro e contro di certe scelte”.