L’Ospedale di Gemona diventerà un centro di riferimento regionale per la riabilitazione cardiologica

La Giunta regionale ha deciso di presentare un emendamento alla legge Omnibus, oggi in Aula, nel quale viene stabilito che l’Ospedale di Gemona diventerà un centro di riferimento regionale per la riabilitazione cardiologica.

“Avevamo parlato di un rilancio dell’ospedale di Gemona e così sarà – afferma il sindaco Roberto Revelant in un post su Facebook -. Ma non finisce qui, perché saranno di conseguenza implementate molte attività ambulatoriali per dare una ulteriore risposta alle esigenze del territorio dell’Alto Friuli”.

“Molte volte c’è stata la tentazione in questi mesi di rispondere a provocazioni, post, chiacchiere, ma ha vinto sempre la volontà di lavorare a testa bassa per raggiungere l’obiettivo, perché sapevamo che quello che poteva sembrare in principio solo un ambizioso progetto poteva diventare un risultato straordinario – continua Revelant –. Non posso non ringraziare il presidente Massimiliano Fedriga, il vicepresidente Riccardo Riccardi, l’assessore Barbara Zilli ed il Commissario dell’Aas3 Tonutti per questi 12 mesi di lungo lavoro, che onorano gli impegni assunti, assieme ovviamente alla lista GemonAttiva, in particolare l’assessore Monica Feragotto e la consigliera Zaga Balog, con le quali abbiamo condiviso ogni passo, giorno dopo giorno”.

“Ovviamente non possiamo dimenticarci del prezioso aiuto del dott. Paolo Venturini per averci indicato la via, dei Comitati che per anni hanno difeso la nostra struttura ed hanno capito la valenza di questo nuovo percorso, ed ovviamente a tutti i cittadini, gemonesi e non, che ci hanno sostenuto e stimolato ad andare avanti e non mollare – prosegue il sindaco -. La nostra soddisfazione deve essere tale anche per tutti i miei colleghi Sindaci che hanno costruito e condiviso assieme a noi questa proposta, piena di responsabilità e lungimiranza”.

“Ora la maggioranza in consiglio regionale cambierà la legge, auspico anche con il voto favorevole di tutta l’aula – conclude Revelant -, e partirà da Gemona, per una nuova risposta sanitaria”.

Commenta con Facebook