L’Isis Magrini Marchetti di Gemona secondo alle Olimpiadi di Matematica

Dal 5 all’8 maggio, dopo 2 anni di competizioni a distanza, la fase nazionale delle Olimpiadi di Matematica è finalmente tornata in presenza nella città di Cesenatico, oramai location fissa della manifestazione. L’ISIS Magrini Marchetti di Gemona ha partecipato con una comitiva di 16 ragazzi, accompagnati dai professori Sandro Campigotto e Federico Goi, ricevendo anche la visita della professoressa Roberta Corisello in occasione della finale femminile.

Primo appuntamento venerdì pomeriggio: semifinale della gara a squadre mista, con Elena de Florio, Alessio Goi, Davide Londero (3Als), Laura Michelizza (4Clsa) e Alessandro Guerra (4Bls), guidati dalle co-capitane Irene de Florio (4Bls) e Sara Pecoraro (4Als). La gara, risultata molto difficile, non è andata molto bene e i ragazzi della scuola gemonese non sono riusciti ad entrare in finale.

Molto meglio è andata la gara di sabato pomeriggio per la squadra femminile detentrice del titolo. Alla componente femminile della squadra mista (Sara, Irene, Elena e Laura) si sono aggiunte Ilaria Gardel, Maria Di Santolo (2Als) e Martina Spelat (2Bls), che hanno condotto una gara appassionante meritandosi un gran secondo posto. Le ragazze hanno ingaggiato una serrata lotta al vertice durata tutta la competizione contro il liceo Leonardo di Brescia, che poi è risultato vincitore, e il liceo Dini di Pisa. che ha concluso sul gradino più basso del podio.

La competizione è stata messa sin dall’inizio sui binari giusti grazie a tre risposte corrette sui problemi 2, 4 e 6, seguiti da un’ottima scelta del problema jolly, risolto in fretta e senza errori dalle capitane, proiettando le ragazze friulane nella parte alta della classifica.

“Un risultato di cui essere orgogliosi e che conferma quanto già raggiunto nei due anni precedenti”, dicono i professori Sandro Campigotto, Roberta Corisello, Santina De Monte, Alessandro Fon e Federico Goi.

Obiettivo raggiunto anche per Alessio Goi, giovane concorrente alla gara individuale, che è riuscito ad ottenere una menzione d’onore per aver risolto alla perfezione uno dei sei difficili problemi dimostrativi proposti dagli organizzatori.
Tra una gara e l’atra non sono mancati i momenti di svago in spiaggia, con partite a beach volley e Kubb, nonostante il meteo infelice.

“Esperienze come queste servono a edificare un gruppo di ragazzi determinati a far sempre meglio, a lavorare sempre di più durante gli incontri settimanali, per meritarsi nuovamente la partecipazione alle finali nazionali, che sono sempre un’occasione per divertirsi e conoscere tanti altri studenti con la stessa passione per la Matematica – aggiungono gli insegnanti dell’istituto gemonese –. Un ringraziamento speciale proprio a loro, i nostri splendidi ragazzi, che ogni anno ci rendono fieri e ci regalano soddisfazioni immense con il loro impegno, la loro passione e la loro dedizione.
Un ringraziamento anche al preside e all’intero Istituto, che ha sempre creduto in noi e ha supportato l’intero gruppo in tutte le attività”.