Letteratura e musica a Trava di Lauco con Sergio Berardo e Angelo Floramo

Dopo un mese di eventi musicali, letterari, cinematografici, questa inconsueta edizione di Suns Europe – festival delle arti in lingua minorizzata organizzato annualmente dalla cooperativa Informazione Friulana con il sostegno finanziario della Regione Fvg e dell’Agjenzie Regjonâl pe Lenghe Furlane (ARLeF) – arriva alla sua conclusione con un appuntamento affidato alla coppia Angelo Floramo-Sergio Berardo che sabato 19 settembre alle 21 a Trava di Lauco, in piazza Vittorino Serramenti, proporrà un evento a metà fra letteratura e musica.

L’EVENTO – Il loro sarà un incontro dedicato a lingue, musiche e identità. Un dialogo a più voci su come la musica costituisca non soltanto un linguaggio artistico efficace e, in particolare per le comunità minorizzate, uno strumento privilegiato tanto di presa di coscienza ed espressione identitaria, quanto di rivendicazione di diritti e autogoverno. Un celebre slogan, in voga negli anni Settanta del secolo scorso in Occitania, recita “La lenga es la clau” (La lingua è la chiave: chiave di interpretazione della minorizzazione; elemento chiave dell’identità; chiave per aprire porte di emancipazione e affermazione positiva di sé). Qualcosa di simile vale, ancor più potenziato, per la connessione tra lingua e musica: lingua e musica come risorse per l’identità che c’è e per quella da riscoprire e da reinventare, per mettersi in migliore relazione con sé stessi e con gli altri, per conoscersi, riconoscersi e farsi conoscere e riconoscere. Proprio questi temi saranno affrontati in un dialogo a più voci, sabato 19 settembre, durante una serata in cui si incroceranno storia e attualità, lingua e musica, identità e cultura. Ne parleranno l’insegnante e intellettuale friulano Angelo Floramo e il polistrumentista e operatore culturale occitano Sergio Berardo, personalità di rilievo della scena musicale delle terre di lingua d’oc da quarant’anni a questa parte, come testimonia il suo impegno nella storica band dei Lou Dalfin e in altri progetti, come Gran Bal Dub. L’incontro sarà coordinato da Marco Stolfo, giornalista e ricercatore, esperto di minoranze e nazionalità e da molti anni curatore e conduttore della trasmissione di Radio Onde Furlane dal titolo Babêl Europe, dedicata alla produzione musicale nelle lingue minorizzate d’Europa.

IL FESTIVAL SUNS EUROPE – organizzato annualmente dalla cooperativa Informazione Friulana con il contributo finanziario della Regione autonoma Friuli Venezia Giulia e dell’ARLeF, Agjenzie Regjonâl pe Lenghe Furlane, e con il sostegno del Comune di Udine e dell’Etxepare Euskal Institutua (Paese Basco) – ha goduto fin dalla sua nascita del patrocinio del Consiglio d’Europa e del NPLD, Network to Promote Linguistic Diversity, la rete europea per la promozione della diversità linguistica. Inoltre si avvale della collaborazione di numerosi soggetti pubblici e privati fra cui i Comuni di Artegna, Mortegliano, Moruzzo e Pozzuolo del Friuli, il CEC, Centro Espressioni Cinematografiche, la Società Filarmonica di Pozzuolo del Friuli, e le associazioni Amici del teatro e Cocula. 

Tutto il programma e le info sono su www.sunseurope.com e sulle pagine FacebookInstagram


IN MARILENGHE

Dopo un mês di events musicâi, leterâi, cinematografics, cheste edizion inusuâl di Suns Europe – festival des arts tes lenghis minorizadis – organizât ogni an de cooperative Informazione Friulana cu le poie finanziarie de Regjon F- VJ e de Agjenzie Regjonâl pe Lenghe Furlane (ARLeF) – al rive al so ultin apontament là che i protagoniscj a saran Angelo Floramo (Friûl) e Sergio Berardo (Ocitanie), che ai 19 a Trave, in place Vittorino Serramenti, aes 21, a proponaran un event a miezis jenfri leterature e musiche.

L’EVENT – Il lôr al sarà un incuintri dedicât a lenghis, musichis e identitâts. Un dialic a plui vôs su cemût che la musiche no sedi dome un lengaç artistic eficaç e, massime pes comunitâts minorizadis, un strument privilegjât sedi di autocussience e di espression identitarie, sedi di rivendicazion di dirits e di autoguvier. Un slogan cognossût, in voghe in Ocitanie tai agns Settante dal secul passât, al dîs “La lenga es la clau” (La lenghe e je la clâf: clâf di interpretazion de minorizazion; element clâf de identitât; clâf par vierzi lis puartis de emancipazion e de afermazion positive di se). Alc di simil al vâl, cun ancjemò plui fuarce, pe conession tra lenghe e musiche: lenghe e musiche tant che risorsis pe identitât che e je e par chê di tornâ a scuvierzi e a inventâ, par relazionâsi miôr cun se stes e cun chei altris, par cognossisi, ricognossisi e fâsi cognossi e ricognossi. Chescj a son i temis frontâts intun dialic a plui vôs, sabide ai 19 di Setembar, dilunc di une serade la che si incrosaran storie e atualitât, lenghe e musiche, identitât e culture. A fevelaran di dut chest l’insegnant e inteletuâl furlan Angelo Floramo e il polistrumentist e operadôr culturâl ocitan Sergio Berardo, personalitât innomenade de sene musicâl des tieris di lenghe d’oc di passe cuarante agns, come che al testemonee il so impegn tal grup storic dai Lou Dalfin e in altris progjets, tant che Gran Bal Dub. L’incuintri al sarà coordenât di Marco Stolfo, gjornalist e ricercjadôr, espert di minorancis e di nazionalitâts, che di une vore di agns al cure e al condûs la trasmission di Radio Onde Furlane “Babêl Europe”, dedicade ae produzion musicâl tes lenghis minorizadis de Europe.

IL FESTIVAL SUNS EUROPE – Inmaneât ogni an de cooperative Informazione Friulana cu la poie finanziarie de Regjon autonome Friûl – Vignesie Julie e de ARLeF, Agjenzie Regjonâl pe Lenghe Furlane, e cul jutori dal Comun di Udin e dal Etxepare Euskal Institutua (Paîs Basc) – fin dal principi si à davuelt sot dal patrocini dal Consei de Europe e dal NPLD, Network to Promote Linguistic Diversity, la rêt europeane pe promozion de diversitât linguistiche. Cun di plui al gjolt de colaborazion di cetancj sogjets publics e privâts tant che i Comuns di Dartigne, Mortean, Murùs, Puçui, il CEC, Centri Espressions Cinematografichis, la Societât Filarmoniche di Puçui, e lis associazions Amici del teatro e Cocula. Suns Europe al fâs de citât di Udin une crosere di culturis, lenghis e artiscj, al stice miscliçaments e confronts, al met in evidence une produzion artistiche di grant valôr.

Dut il program e lis informazions si cjatin su www.sunseurope.com e tes pagjinis FacebookInstagram

Commenta con Facebook