L’assessore Fvg Bini a Tarcento: «Sei milioni per i distretti del commercio Fvg»

“Possiamo rivitalizzare i nostri paesi, anche piccoli, solo se offriamo l’opportunità agli imprenditori di trarre beneficio da un investimento nei centri storici, riaprendo botteghe di qualità. Un primo segnale positivo lo abbiamo raccolto con i bandi sui negozi di vicinato che hanno dimostrato la volontà degli operatori di investire sui piccoli centri. Ora la sfida sono i distretti del commercio su cui in finanziaria investiremo 6 milioni di euro da distribuire con un nuovo regolamento che sarà approvato entro la fine dell’anno”.
È il messaggio che l’assessore regionale alle Attività produttive e turismo Sergio Emidio Bini ha rivolto alle categorie economiche durante il confronto tenutosi a Tarcento con i commercianti e i rappresentanti comunali. Bini ha precisato che le risorse saranno destinate alle progettualità imprenditoriali utili al distretto, mentre ai Comuni saranno destinati fondi specifici per rendere più attrattivi i centri storici o creare nuove infrastrutture funzionali al commercio.
“Stiamo cercando di iniettare nel sistema risorse economiche importanti. Nel solo comparto turistico i fondi stanziati da questa amministrazione sono più che raddoppiati dal 2018 ad oggi, sia con stanziamenti specifici nella fase emergenziale che con interventi strutturali” ha aggiunto l’assessore. “In questi anni di amministrazione – ha detto Bini – ho avuto una collaborazione preziosa da parte delle categorie economiche e degli operatori soprattutto nell’attività di semplificazione delle norme e delle procedure”.
Bini ha ricordato l’imminente approvazione (a gennaio la discussione in Aula) della revisione della legge sul commercio che punta ad un forte alleggerimento delle procedure di settore. L’assessore ha quindi rivolto una riflessione sull’attuale crisi economica e sulla capacità di risposta di chi fa impresa: “Se in un paese come il nostro togliamo potere d’acquisto a salari e famiglie rischiamo di mettere in crisi tutte le filiere economiche; ciononostante imprese e operatori turistici con grandi sacrifici stanno affrontando con coraggio e senso di responsabilità il caro energia e l’inflazione generalizzata per non incidere sul consumatore finale, preferendo piuttosto ridurre le proprie marginalità”.
All’incontro ha preso parte anche il sindaco di Tarcento Mario Steccati che ha ringraziato la Regione per l’opportunità che la legge SviluppoImpresa attribuisce ai Comuni e alle loro attività economiche con l’istituzione dei distretti del commercio.