La storia delle quattro corde in scena a Piano d’Arta

 L’Orchestra Accademia d’Archi Arrigoni, una delle realtà musicalmente più attive della nostra regione, sotto la direzione di Domenico Mason e la partecipazione di due violinisti straordinari: Laura Bortolotto e Christian Sebastianutto, saranno i protagonisti del concerto di domenica 10 settembre alle ore 20.45 nella chiesa di Santo Stefano a Piano di Arta Terme.

Laura Bortolotto

In programma un excursus sulla storia del violino, dal Barocco al contemporaneo: di Vivaldi il Concerto in la minore per due violini, archi e basso continuo RV 522, di Tartini la celebre Sonata per violino in sol minore “Trillo del Diavolo”, di Paganini l’Introduzione e Tema con variazioni, infine di Rota il Concerto per archi.

È il penultimo appuntamento della rassegna Carniarmonie, un festival che ha fatto brillare la montagna friulana con oltre trenta concerti di altissimo livello e seguitissimi, da tutto esaurito.
Gli ospiti di domenica 10 settembre a Piano di Arta Terme sono due giovani promesse del violino, eredi della più raffinata scuola violinistica italiana, con una giovanissima formazione cameristica e orchestrale, l’Accademia d’Archi Arrigoni, per un concerto dedicato alle quattro corde, da Vivaldi a Rota, attraverso il virtuosismo di Tartini e Paganini.

Christian Sebastianutto

Protagonisti Laura Bortolotto, che a soli 15 anni ha vinto il Concorso Nazionale Biennale di Violino di Vittorio Veneto e nel 2011 il primo premio all’International Hindemith Competition di Berlino, e Christian Sebastianutto, artista plurilaureato e vincitore di primi premi assoluti in numerosi concorsi internazionali, oltre che concertista, seppur giovane, di fama internazionale. Con loro l’Accademia d’archi Arrigoni che vanta la collaborazione con rinomati artisti internazionali e ha registrato un CD per l’etichetta Amadeus. Direttore Domenico Mason, violinista e didatta di rara sensibilità che annovera fra i suoi allievi diversi vincitori di concorsi nazionali ed internazionali.

Concerto ad ingresso gratuito, info su: www.carniarmonie.it.

Commenta con Facebook