La Grande Guerra nella Valle del But si rivive a teatro, questa sera ad Arta Terme

Inizia a Piano d’ Arta questa sera, giovedì 24 agosto alle 20.45 , presso la sala parrocchiale, il percorso sulla Grande guerra della Compagnia di Arti e Mestieri di Pordenone con eventi ed escursioni sul territorio regionale che comprendono 14 località in Friuli Venezia Giulia e Slovenia. L’ appuntamento di Arta prevede lo spettacolo “Tra due fuochi”, le vicende belliche di cento anni fa con la rappresentazione degli episodi accaduti nella Valle del But, episodi di fratellanza sul fronte del Pal Piccolo nel luglio del 17 , l’epopea delle portatrici carniche e le violenze che subirono le donne di queste valli con l’invasione austroungarica nell’autunno del 1917.

TRA DUE FUOCHI, produzione sulla Prima Guerra Mondiale della Compagnia, con testo e regia di Bruna Braidotti e con gli attori Arianna Addonzio, Enrico Bergamasco , Sonia Cossettini, Paolo Mutti, Enrica Schittar, Luca Zanetti, racconta gli eventi dal 1914 al 1918 attraverso diversi personaggi e situazioni belliche che attraversano tutti i fronti della guerra dal Carso alle Dolomiti dall’esordio del conflitto alla sua conclusione, che annuncia la successiva tragedia bellica poco più di vent’anni dopo. I racconti che fanno progredire il percorso cronologico sono inframezzati dai dati che contestualizzano il momento storico, la consistenza degli armamenti, la situazione internazionale, la produzione industriale, la situazione del nostro paese in quegli anni : una serie di dati non casuali che rivelano gli interessi di guerra e gli interessi superiori per cui si mandarono al massacro gli uomini.
La storia della Grande Guerra si intreccia alle vicende umane di donne e uomini, creando un unicum che racconta i fatti bellici, ma anche la vita di chi aveva la guerra in casa, e si ricompone un racconto che se pur complesso ritrova un suo filo conduttore nella sofferenza estrema che patirono i nostri progenitori in quelle vicende che sebbene lontane cent’anni sono ancora vive nella memoria collettiva.