Krampus in Consiglio regionale nella mostra curata dal gruppo fotografico Mosquitos di Tarvisio

Krampus in Consiglio regionale, alla vigilia del giorno di San Nicola, in una mostra curata dal Gruppo fotografico “Mosquitos” di Tarvisio e inaugurata dal presidente del Consiglio Piero Mauro Zanin e dal presidente della Regione Massimiliano Fedriga insieme con il vicepresidente del Consiglio Stefano Mazzolini che ha promosso l’iniziativa per far conoscere una delle tradizioni più antiche e suggestive del tarvisiano, il cui richiamo anche turistico è crescente.

Una trentina di pannelli, esposti nei passi perduti adiacenti all’Aula consiliare, raccontano i momenti più significativi del passaggio di questi personaggi del folclore, tipici delle zone di lingua tedesca – figure demoniache che accompagnano secondo la tradizione San Nicola – attraverso l’abitato di Tarvisio, e nelle sue frazioni, con fiaccole, campanacci e frustini, in una processione rumorosa ma ordinata.

A spiegare lo svolgimento della manifestazione che si ripete ogni anno all’imbrunire del 5 dicembre vigilia, di San Nicola, il presidente del Gruppo Fotografico, Ettore Palermi, che ha parlato di una tradizione con radici celtiche, legata però alla mitologia cristiana, in particolare al vescovo di Myra, San Nicola, e al suo servitore Krampus, demonio sconfitto dal Santo e per questo costretto a servirlo.

Mostre come questa – ha detto Zanin – allestite in quella che è la casa della comunità regionale, sono, insieme alle mostre d’arte che periodicamente ospitiamo, una testimonianza di quanti fermenti culturali e iniziative vivono nei nostri territori e nelle realtà anche più piccole: un modo per rendere aperte e vicine alla gente le sedi istituzionali.

Plauso anche dal presidente Fedriga che, sottolineando la grande valenza turistica di manifestazioni del folclore e della tradizione e la loro capacità di avvicinare alla storia e alla cultura di una terra, ha anche riconosciuto il valore della consuetudine del Consiglio regionale di aprire spazi espositivi alla comunità; consuetudine che anche l’amministrazione regionale ha avviato nella sede della Giunta perchè aprire i palazzi istituzionali ai cittadini – ha ribadito – è un modo anche simbolico di favorire la comunicazione tra società civile e legislatori e mostrare quanta qualità esiste anche nelle piccole realtà.

“Ho avuto modo di regalare anche ai consiglieri più cattivelli il tradizionale pane dolce che viene regalato ai bambini – scrive Mazzolini sul suo profilo Facebook -. Grazie all’associazione Mosquitos per aver organizzato la mostra e donato i dolci. Invito tutti a veniee in Consiglio a vedere la mostra e sopratutto ad andare in Valcanale per vedere le sfilate tradizionali”.

Anche da Zanin e Fedriga è arrivato il grazie al Gruppo Mosquitos per l’evento e per l’impegno quotidiano che esso esprime operando da 15 anni, svolgendo la sua attività anche con le scuole, con ragazzi disabili e nell’ambito sanitario.

Commenta con Facebook