Integrazione migranti, se ne parla a Gemona con l’antropologo e sociologo Alessandro Mossutti

Il valore dell’ospitalità scandisce la storia dell’identità europea. I greci la chiamavano xènia: il padrone di casa doveva essere accogliente e fornire all’ospite cibo, doni e vesti pulite. Dal canto suo, l’ospite aveva l’obbligo di essere gentile e non invadente, ed era tenuto a manifestare la propria gratitudine e a ricambiare l’ospitalità ricevuta. In un momento storico in cui, anche sul nostro territorio, cresce la presenza di persone giunte da terre lontane e da provenienze culturali e religiose diverse, diventa imprescindibile fermarsi a riflettere per comprendere l’“altro” che dimora accanto a noi.

Nella consapevolezza che offrire ospitalità comporta difficoltà e limiti, ma è anche un’opportunità di conoscenza e crescita, la Caritas della Parrocchia Santa Maria Assunta e il Coordinamento Accoglienza di Gemona propongono il secondo incontro di approfondimento sul tema dell’accoglienza e dell’integrazione degli stranieri avviata gli scorsi anni.

Giovedì 8 febbraio, alle ore 20.30 presso il Centro parrocchiale di via Salcons di Gemona, interverrà Alessandro Monsutti, docente di antropologia e sociologia presso l’Istituto di Alti Studi Internazionali e dello Sviluppo di Ginevra, esperto di fenomeni migratori e profondo conoscitore della cultura afghana e pakistana. Durante la serata, aperta al pubblico, si offriranno degli spunti di riflessione sulle potenzialità e i limiti dell’integrazione dei migranti nel contesto sociale, culturale e politico del Friuli di oggi.

Il Coordinamento Accoglienza, attivo da quasi due anni, è nato dalla volontà di favorire l’ospitalità e l’integrazione delle persone richiedenti asilo accolte nelle strutture del territorio comunale. Ad esso aderiscono, accanto a singoli cittadini, numerose associazioni locali: Amnesty International – Gruppo di Gemona, le Associazioni Buteghe dal Mont – Glemone, Fareas­sieme F-VG e Pense e Maravee, l’AVULSS, la Caritas Diocesana di Udine e la Caritas della Parrocchia di Santa Maria Assunta di Gemona, il Centro di Aiuto alla Vita di Gemona, il Circolo Legambiente della Pedemontana Gemonese, la Compagnia Teatrale Drèteledrôs, il Coor­dinamento delle Associazioni Culturali e di Volontariato Sociale di Gemona, la Croce Rossa Italiana – Comitato di Udine, il Gruppo San Vincenzo, il Gruppo Scout AGESCI Gemona 1.

Commenta con Facebook