Incontro a Tolmezzo sul bando della Regione per promuovere il benessere familiare

Uno stanziamento complessivo di 970mila euro a sostegno di progetti per promuovere il benessere familiare. 

È quanto la Regione garantisce tramite il bando aperto a famiglie organizzate in associazioni riconosciute e non riconosciute e cooperative iscritte nel registro regionale.

Le domande potranno essere presentate on line fino a martedì 9 aprile all’indirizzo http://famiglia.welfare.fvg.it.

Sono stati individuati come ambiti di priorità degli interventi: le buone prassi e l’auto-organizzazione, da realizzarsi anche in collaborazione con gli istituti scolastici, con associazioni culturali o sportive o con le aziende del territorio (contributo massimo 10mila euro); i servizi di raccordo con i servizi pubblici, educativi e sociali, e con i consultori (contributo massimo 10mila euro); il mutuo aiuto tra singoli cittadini e cittadine, famiglie, gruppi informali e gruppi intermedi, quali banche del tempo, gruppi di acquisto e altre forme di scambio solidale tra le famiglie (contributo massimo 7mila euro).

Le proposte progettuali potranno quindi avere per obiettivo la conciliazione dei tempi di lavoro con quelli di cura della famiglia; la creazione di spazi di intrattenimento e la promozione di contesti sociali “family friendly”; la diffusione di reti di solidarietà tra nuclei familiari. La preferenza è per progetti dal contenuto innovativo in termini di risposte a nuovi bisogni, in grado di promuovere tra tutti i settori – pubblico, privato, privato sociale – una nuova cultura di attenzione alla famiglia.

La Regione organizza tre appuntamenti per illustrare i contenuti e le modalità di partecipazione al bando: a Pordenone, giovedì 7 marzo, ore 14.30, nell’auditorium in via Roma 2; a Tolmezzo, venerdì 8 marzo, ore 10, nella sala convegni Uti della Carnia, in via Carnia Libera 1944; a Trieste, lunedì 11 marzo, ore 14, nella sala riunioni del palazzo della Regione in via Cavour 1. Per partecipare agli incontri informativi è richiesta l’iscrizione.

Commenta con Facebook