In Val Saisera la scienza in musica e viceversa con lo scienziato Mauro Ferrari

Tra gli eventi che si susseguiranno nei quattro giorni di NanoValbruna, in programma dal 2 al 5 luglio, ce ne sarà uno che lascerà a bocca aperta chi non conosce a fondo Mauro Ferrari.

Il professor Ferrari si è formato in matematica, ingegneria e medicina. Ha ricoperto ruoli di docente e ruoli dirigenziali in questi campi presso l’Università di Udine, l’Università della California, Berkeley, la Ohio State University, il National Cancer Institute degli Stati Uniti, la University of Texas Medical School e MD Anderson Cancer Center, il Houston Methodist Hospital e l’Università di St Thomas. Durante la sua carriera, Mauro Ferrari ha sempre mantenuto collaborazioni molto strette e produttive con molte istituzioni europee.  Nato a Padova, ha vissuto e studiato a Udine, Mauro Ferrari è riconosciuto come il pioniere della nanomedicina e dell’oncofisica del trasporto. Ha pubblicato oltre 500 articoli scientifici e 7 libri. È inventore di oltre 50 brevetti negli USA e nel mondo. Ha ottenuto numerosi premi e riconoscimenti nel campo della scienza. E’ molto impegnato “al servizio delle persone” – come lui stesso dichiara-  e per diversi progetti di “Giustizia sociale” per cui collabora con importanti fondazioni internazionali.  Mauro Ferrari, in Italia, è membro estero dell’Accademia Nazionale delle Scienze Accademia dei Quaranta e membro corrispondente della “Pontificia Accademia per la Vita”, nominato da Papa Francesco. E’ stato presidente del Consiglio europeo della ricerca (Bruxelles).

Pochi probabilmente sanno del suo passato di sportivo come cestista che lo ha portato a militare in diverse squadre del Bel Paese e della sua passione per la musica. Suona il sassofono e spesso si diletta con le sonorità blues della Rhythm and Blues Band, un gruppo di 18 musicisti di Cividale del Friuli con quarant’anni di musica e amicizia sulle spalle.

Sabato 4 luglio tra le montagne delle Alpi Giulie, in Val Saisera, si esibirà la Rhythm and Blues Band con Mauro Ferrari che canterà e suonerà il sax, presentando una storia di scienze, ricerche ed esperienze miscelate alla musica blues, fino ai classici dei mitici Blues Brothers. Durante la serata verranno illustrati i progressi della scienza e della ricerca nel campo della salute. Riflessioni e racconti renderanno la serata piacevole ma anche istruttiva per il pubblico. Si parlerà di salute ma anche di arte, cultura, scienza e momenti di vita.
In caso di cattivo tempo il concerto si terrà a Pontebba.

Commenta con Facebook