Il treno storico fa tappa a Cornino di Forgaria

Un calendario, quello dei treni storici in Friuli Venezia Giulia, che terminerà con tre treni d’eccezione.
Domenica 3 novembre sarà la volta di un convoglio dedicato alla Grande Guerra, trainato da locomotiva a vapore con carrozze d’epoca, che porterà i viaggiatori da Udine a Cornino (Forgaria del Friuli), Pinzano al Tagliamento e Pradis di Clauzetto, attraverso tre itinerari, per i quali è obbligatoria l’iscrizione, che faranno conoscere ai viaggiatori alcuni dei luoghi più significativi in Friuli: Località Clapat sul Tagliamento, dove si terranno una cerimonia commemorativa e una rappresentazione a cura dei figuranti dell’Associazione I Grigio Verdi del Carso, il Museo della Grande Guerra di Ragogna,  il Sacrario militare germanico, opera incompiuta dell’architetto Robert Tischler a Pinzano al Tagliamento, ma anche il Cimitero di Guerra, il Sentiero e il Memoriale della Battaglia di Pradis a Clauzetto.

Il treno storico partirà da Udine alle ore 8.30, da Gemona alle 9.37 con arrivo a Cornino alle 10.35 e Pinzano alle 10.56. 

I viaggiatori saranno accompagnati durante la giornata dai volontari del Museo di Trieste Campo Marzio, da guide esperte e dai rievocatori in uniformi d’epoca, del Gruppo Amici della Fortezza di Osoppo. Potranno pranzare in 5 locali convenzionati al costo di € 20, e gli spostamenti in pullman saranno garantiti dai bus di ATAP e SAF.

Il ritorno sarà dalla Stazione di Pinzano alle ore 17.00 e da Cornino alle 17.20 (in base all’itinerario scelto); con arrivo a Gemona alle 19.00 e a Udine alle 19.50. Il programma in caso di pioggia verrà mantenuto con delle variazioni. 

 “Ogni anno – sottolinea l’Assessore di Forgaria Pierluigi Molinaro di Forgaria – in collaborazione con i gruppi ANA di San Daniele, Forgaria e Muris vengono commemorati i tragici fatti e tutti i caduti per la Patria; il treno storico si inserisce fra le attività di divulgazione e ricordo di questa parte della nostra storia”.

Le Amministrazioni comunali coinvolte sono liete di accogliere i passeggeri del treno storico, che avranno l’opportunità di conoscere, oltre alle vicende storiche dei pochi giorni delle ritirata del 1917 e dell’avanzata delle truppe austro-tedesche, anche il proprio territorio. “La tratta ferroviaria di interesse storico nazionale “Pedemontana del Friuli”, anche in forza al successo dei treni storici già realizzati – afferma il Sindaco di Forgaria Marco Chiapolino – ci rende sempre più convinti di quanto potrà dare una visibilità ai territori attraversati così ricchi di cultura, tradizioni, prodotti locali, eventi e ricchezze naturalistiche da scoprire e vivere tutto il tempo dell’anno”.

“Nella prospettiva della imminente apertura di tutta la linea ferroviaria – sottolinea il Sindaco di Pinzano Emanuele Fabris – ci sono molte aspettative sull’opportunità di promuovere tutto il territorio circostante, con il rafforzamento della ciclovia FVG3, che esplora la pedemontana, il nuovo collegamento ciclistico sul sedime della vecchia ferrovia Casarsa-Pinzano e il riutilizzo, con la concessione al Comune, della stazione ferroviaria locale, in cui troverà sede un info-point importante per tutto il comprensorio”.

Le prenotazioni per domenica possono essere ancora fatte: Itinerario 1 (Clapat – Museo Grande Guerra – Sacrario Germanico di Pinzano) IAT Forgaria 0427 809091; Itinerario 2 (Pradis e Clauzetto) IAT Maniago 0427 709063; Itinerario 3 (Sacrario Germanico di Pinzano – Museo Grande Guerra – Clapat) IAT Sacile 0434 737292.

Gli ultimi biglietti sono ancora acquistabili presso tutti i canali di vendita Trenitalia, sito www.trenitalia.com, biglietterie e agenzie di viaggio abilitate. Costo (andata e ritorno) per gli adulti € 15,00 per i bambini e ragazzi dai 4 ai 12 anni non compiuti € 7,5. I bambini sino ai 4 anni non compiuti accompagnati da un adulto pagante, viaggiano gratis.

Commenta con Facebook