“Il Malato immaginario” in scena al Teatro della Corte di Osoppo

Sabato 14 gennaio alle 20.45, al Teatro della Corte di Osoppo andrà in scena “Il Malato immaginario” di Stivalaccio Teatro, in coproduzione con il Teatro Stabile del Veneto.

Siamo nel 1673, e precisamente il 17 febbraio. La quarta recita de Il malato immaginario è a rischio e tra i lavoratori del Palais Royal si parla di annullare lo spettacolo. Tocca a Pasquati il disperato tentativo di portare a termine la serata ricorrendo ai vecchi compagni dello Stivale, pregandoli di quest’ultimo viaggio. L’insistenza dei tre commedianti è inarrestabile, Molière è costretto a cedere: lo spettacolo deve continuare. Prende così il via la celebre ed esilarante storia del malato Argante, vecchio ipocondriaco che, tra purghe e salassi, va dissipando la propria fortuna.

Il Malato Immaginario è una farsa perfetta. Molière, da veterano della risata, costruisce nell’ultima sua opera una macchina teatrale inattaccabile, tratteggiando personaggi classici e moderni allo stesso tempo. Ne sa qualcosa Stivalaccio Teatro che, insieme con il Teatro Stabile del Veneto, ha deciso di portare in scena l’opera con lo stile che da sempre contraddistingue la compagnia. Sul palco, per la regia di Marco Zoppello, Sara Allevi, Anna De Franceschi, Michele Mori, Stefano Rota e lo stesso Zoppello.

Per informazioni e prenotazioni è possibile contattare i consueti recapiti di Anà-Thema, o via telefono ai numeri 3453146797 o 0432 1740499 o via email all’indirizzo info@anathemateatro.com.