Il “grazie” della comunità resiana per i fondi destinati all’ex-provinciale 42

“La comunità della Val Resia ringrazia la Regione e l’Ente di Decentramento Regionale per la buona notizia relativa all’assegnazione dei fondi, pari a quasi 5.000.000 di euro, necessari ai lavori per la messa in sicurezza del versante sovrastante la ex-provinciale 42, al momento l’unica via di accesso da e per la Val Resia”.
Parole della sindaco Anna Micelli, la quale ricorda che a seguito dell’incendio sviluppatosi a luglio di quest’anno e che ha tenuto la valle isolata per 10 giorni, oggi si entra ed esce da Resia percorrendo quasi 3 km con un semaforo a senso unico alternato (nella foto) e con un tempo massimo di attesa di 11 minuti proprio per il dissesto conseguente all’incendio e relativo al versante.
“Gli abitanti e i frequentatori di questa valle, sede anche del Parco Naturale delle Prealpi Giulie, tirano un respiro di sollievo – prosegue Micelli -. Siamo consapevoli che per arrivare ad una normalità ci vorrà ancora un anno ma perlomeno tempi e modi sono stati definiti”.

“Aiutare la gente di montagna a restare in montagna è anche questo”, afferma il vice presidente del Consiglio Regionale Stefano Mazzolini, che ha seguito le vicissitudini successive all’incendio ascoltando la voce degli amministratori e della gente della Val Resia.

In settimana si è svolto un ulteriore incontro in Prefettura voluto in particolare dai sindaci di Resia e Resiutta, Micelli e Francesco Nesich, al fine di definire un protocollo di intervento e di assistenza alla popolazione in caso di isolamento dovuto ad eventuali smottamenti, come l’ultimo avvenuto venerdì 4 novembre, che ha portato dalle 11 alle 20 una situazione di interruzione della viabilità prima totale poi parziale, con 1.000 persone nuovamente isolate.
All’incontro hanno partecipato tutti i soggetti coinvolti (Protezione civile, forze dell’ordine, vigili del fuoco) chiamati a dare un’assistenza alla popolazione in una situazione di emergenza.

“E’ una situazione complicata e che presenta diverse difficoltà, soprattutto in condizioni meteo particolarmente avverse – conclude Anna Micelli -. Ma la volontà di tutti, in primis dell’Amministrazione Comunale, è quella di dare una pronta risposta ai vari problemi affrontandoli tempo per tempo con tutte le accortezze del caso, dando la massima priorità alla sicurezza delle persone”.