Il film “Piccolo corpo” proiettato nella piazza di Trava di Lauco

Venerdì 15 luglio nella piazza di Trava di Lauco verrà proiettato il film “Piccolo corpo”, la tradizione dei “Santuari del respiro” raccontata in un film ricco di suggestioni.

Ospiti della serata la regista Laura Samani, vincitrice proprio con questo film del David di Donatello per il miglior regista esordiente, e la produttrice Nadia Trevisan, che dialogheranno con Giorgio Cantoni e risponderanno alle domande del pubblico.

L’evento è organizzato dalla Federazione Pensionati della CISL del Friuli Venezia Giulia con la collaborazione della Federazione Pensionati CISL Area Sindacale Alto Friui e Pordenone e il sostegno di CISL Alto Friuli e ANTEAS Alto Friuli.

La giornata inizierà alle 16.30 con la possibilità di visitare le Chiese locali ed il Santuario della Madonna dei Miracoli di Trava (fino alle 19).
Inoltre alla 17.30, presso il Santuario ci sarà una breve storia delle chiese “a Repit” e la Santa Messa.
Alle 20 sono previsti gli interventi sulle tematiche che hanno portato Trava, con il suo Santuario, nuovamente all’attenzione della cronaca, con il saluto della Samani. Alle 21 inizierà la proiezione di “Piccolo Corpo” (in caso di maltempo nella chiesa parrocchiale).

Sarà possibile usufruire di un servizio “Street Food” per la cena.

LA TRAMA DEL FILM

Inizi ’900. In un’isoletta di pescatori nel Nordest Agata partorisce una bambina nata morta: il prete della comunità non può battezzarla. Ma la ragazza non accetta che sua figlia resti “un’anima perduta nel limbo”. In Val Dolais, fra le montagne innevate dell’estremo nord, “c’è una chiesa – il Santuario di Trava –in cui risvegliano i bambini nati morti”. Basta un respiro e si può dare loro un nome, liberandoli dal limbo. Agata intraprenderà il suo faticoso viaggio verso quel santuario, con la sua creatura dentro una scatola di legno, e sulla strada incontrerà Lince, un personaggio con molti segreti da difendere.