Il concorso internazionale di poesia in lingua friulana “Premio Gjso Fior” scopre i vincitori

Sono stati scelti i vincitori del Concorso Internazionale di poesia in lingua friulana “Premio Gjso Fior” e tutto è pronto per la Cerimonia di premiazione che si terrà domenica 24 marzo a partire dalle 9.30 nella Sala Consiliare del Municipio di Verzegnis.

Quella del 2018 – organizzata dall’Amministrazione comunale di Verzegnis in collaborazione con il Circolo Culturale “Pio Frezza” e patrocinata dall’ARLeF (Agjenzie Regjonâl pe Lenghe Furlane), dalla Società Filologica Friulana e dall’Ente Friuli nel Mondo – è la 12a edizione del Premio biennale e cade proprio nel 40° anniversario della scomparsa del celebre poeta friulano a cui il concorso è intitolato.

La Giuria del Premio, presieduta dal Direttore dell’ARLeF William Cisilino e composta da Domenico Molfetta, Bruno Mongiat, Monica Tallone ed Erminio Polo, ha passato in rassegna numerosi componimenti e disegni realizzati dai molti autori e dagli allievi delle Scuole Primarie provenienti da tutta la regione. Il numero consistente dei concorrenti e l’alta qualità degli elaborati dimostrano ancora una volta il grande interesse che suscita non solo il Premio Gjso Fior, ma soprattutto l’uso della lingua friulana scritta e il gusto di esprimersi nella nostra lingua madre.

La cerimonia di premiazione, presentata da Enrico Radivo, si svolgerà in due momenti: uno dedicato alla Sezione Scuole primarie e uno a quella degli Autori. La prima parte della mattinata prevede l’intervento di Paola Fior dal titolo “Dal libro della gerla, le parole da ritrovare”, la presentazione e premiazione dei disegni vincitori e, infine, l’assegnazione del Premio alla Poesia in lingua friulana della Sezione Scuole.

Nella seconda parte della mattinata si procederà invece alla premiazione degli Autori.

Gli organizzatori sono molto soddisfatti della grande partecipazione dimostrata: in particolare l’adesione al Concorso da parte delle scuole manifesta il concreto interesse per la didattica della lingua friulana e la consapevolezza di quanto sia importante la promozione e la conoscenza della marilenghe tra i più piccoli.

Commenta con Facebook