Il 65° Premio Epifania di Tarcento a Licio Damiani e a tre studentesse

“Il Premio Epifania di Tarcento non è solo longevo ma anche lungimirante: sa individuare eccellenze del nostro territorio e sa dare merito a figure di spicco di differenti generazioni e di campi che svariano da quello umanistico e quello scientifico”.

Lo ha affermato l’assessore regionale alle Infrastrutture e al Territorio Graziano Pizzimenti, alle viste della consegna, in serata, nella Sala Margherita di via Marinelli, dei riconoscimenti al giornalista e critico d’arte Licio Damiani e a tre studentesse della quinta classe nella sezione chimica e tecnologie ambientali dell’Isis Malignani di Udine – Arianna Busolini, Silvia Del Tin e Arianna Nanino.

“E’ meritorio – ha aggiunto Pizzimenti – l’impegno della comunità tarcentina nell’evidenziare o palesare ad ogni inizio anno talenti e virtù di casa nostra attraverso un Premio che coglie il significato profondo dell’Epifania come manifestazione. Quella di oggi a Tarcento è un’iniziativa attesa e una tradizione che stimola l’apprezzamento delle persone capaci, l’emulazione di esempi positivi e il germogliare di nuovi ingegni”.

“Il Premio Epifania unisce tradizione e innovazione – dice il presidente del Consiglio Regionale Piero Mauro Zanin -. 65 edizioni dicono tutto il suo valore e raccontano la storia di questa terra attraverso il riconoscimento di un’intera comunità sia a figure esemplari che l’hanno fatta grande, valorizzandola in tanti aspetti, contribuendo a renderla consapevole delle sue qualità, delle sue ricchezze e delle valenze spendibili nel futuro, sia a più giovani talenti che le apriranno nuove strade e orizzonti in un mondo che cambia, che si globalizza, ma che avrà sempre bisogno di tutelare identità e, al contempo, di dare prospettive ai suoi giovani. Per questo mi piace pensare a questo Premio come al Nobel del Friuli per il concorso di numerose e importanti istituzioni che lo sostengono convintamente da tanti anni”.

“La comunità del Friuli Venezia Giulia, che il Consiglio rappresenta – sottolinea Zanin parlando dei premiati -, è riconoscente a Licio Damiani per il grande contributo di conoscenza e di approfondimento della ricchezza artistica e culturale di questa regione e per averci guidato soprattutto ad apprezzare i maestri e le espressioni dell’arte del ‘900: egli è una grande personalità del mondo culturale che ha avvicinato all’arte intere generazioni. Le tre giovani studentesse hanno concretizzato un’idea geniale, esprimono la forza creativa e la capacità di guardare nel futuro: sono un esempio a tanti giovani a credere nelle loro idee”. 

Il Premio Epifania, giunto alla sua 65esima edizione, rientra nelle celebrazioni della 92esima Epifania Friulana

Commenta con Facebook