“Himalaya. Diario di un filosofo in Nepal” è il nuovo libro di Emanuele Franz

Esce in questi giorni, per i tipi della Audax Editrice di Moggio Udinese, il testo “Himalaya. Diario di un filosofo in Nepal” di Emanuele Franz.

L’autore racconta una sua avventura in Estremo Oriente, dove si è recato per intervistare sacerdoti buddisti, asceti sadhu e bramini indù. Un viaggio, quindi, alla ricerca della conoscenza, ma con uno stile assolutamente non turistico bensì con mezzi minimali, zaino in spalla e via, per mantenersi in linea con uno stile di viaggio essenziale.

Franz, come scrittore e filosofo, non ha mai nascosto la sua principale fonte di ispirazione: la montagna e i viaggi, due mete che questa volta ha voluto unire in un solo intreccio tanto che, forte delle sue pregresse esperienze di viaggiatore in Mongolia, Africa, Siberia, India, Sud America (si ricorda il suo diario di viaggio “Dalla Siberia alla Cina”) questa volta si spinge fino alle scoscese pareti dell’Himalaya, raggiungendo una quota di quasi 6000 metri, costellando il suo tragitto, e di conseguenza il racconto, di avventure e aneddoti.
Con il Patrocinio del Club Alpino Italiano sezione “Creta Grauzaria” di Moggio Udinese e con la prefazione della nota guida alpina Giuseppe Popi Miotti, il testo può essere reperito attraverso il sito della casa editrice Audax all’indirizzo www.audaxeditrice.com.
.
(nella foto di copertina Franz con il grande alpinista Reinhold Messner)
Commenta con Facebook